Scuola, personale ATA ultime notizie: dal 2020 si cambia, pulizie solo con dipendenti

Luigi Gallo torna a parlare dell’internalizzazione degli appalti di pulizia delle scuole. Ancora una volta lo fa attraverso un video dalla sua pagina Facebook. I circa 12 mila lavoratori assunti dalle ditte e cooperative esterne saranno internalizzati e faranno parte del personale ATA. Vediamo di seguito le parti più salienti di ciò che ha detto Gallo poco fa per dare delle risposte a chi attende. Da poche ore sono state depositate le proposte in legge di bilancio.

Stop appalti di pulizia: internalizzazione Lsu verranno dal 1 gennaio 2020

La proposta che Gallo fa assieme ai parlamentari del Movimento 5 Stelle è quella di internalizzare il servizio di pulizia. “Questo lo facciamo dal 1 gennaio 2020” così afferma Gallo, di modo che “il ministero abbia il tempo per fare tutte le procedure corrette, per poter anche bloccare tutti gli attacchi delle corporazioni che vogliono bloccare l’internalizzazione, che non vogliono finire questa mangiatoia continua su un pezzo dello Stato”. In ogni caso “non bisogna tirare un sospiro di sollievo perché bisogna stare sempre vigili che le misure arrivino bene in legge di bilancio” prosegue Luigi Gallo, presidente della VII Commissione Cultura della Camera. Sarà necessario sensibilizzare tutti secondo Gallo ma ricorda che intanto le proposte hanno avuto l’avallo del Parlamento: la risoluzione numero 37 è stata, infatti, approvata in Commissione Lavoro e dalla Commissione Cultura, con la maggioranza del Governo. Ora però “è necessario portare tutto nella legge di bilancio perché altrimenti significa continuare con gli appalti e non rispettiamo ciò che ha voluto il Parlamento” continua Gallo “una misura che possiamo dire vuole il Paese per tornare alla normalità, come si sta facendo in tanti altri campi”. La scuola deve essere normalizzata e bisogna risolvere i guasti precedenti e questo secondo il presidente della Commissione Cultura è “il guasto più grosso della scuola”. Gallo infine chiede che venga condiviso il suo video di modo che si possa diffondere il più possibile il suo messaggio.