Personale ATA, si chiedono nuove assunzioni e aumento stipendi

Anief chiede di procedere a nuove assunzioni per il personale ATA, all’inquadramento di nuovi profili e a retribuzioni adeguate. Un personale ATA che secondo Anief appare ‘dimenticato’ sempre di più nonostante il numero consistente di amministrativi, tecnici e ausiliari delle scuole. Di seguito le richieste che fa Anief con la legge di Bilancio per i ‘circa 250 mila lavoratori che non insegnano, ma che svolgono ogni giorno un preziosissimo apporto alla didattica e all’organizzazione scolastica’.

ATA, Anief chiede nuove assunzioni e stipendi adeguati con la legge di Bilancio

Con un comunicato di stamattina Anief, associazione sindacale professionale, chiede di rivedere tanti aspetti nella nuova legge di Bilancio, riguardanti il personale ATA ‘ancora dimenticato’. Gli emendamenti predisposti dal sindacato vanno (si cita dal comunicato Anief): “dall’attivazione di 12 mila posti in organico di diritto per attivare dopo vent’anni i profili di coordinatori di assistenti tecnici ad amministrativi, all’adeguamento dei livelli del personale agli altri profili della PA; dal corso di formazione per i candidati del 2010, ad una nuova sessione concorsuale per i passaggi verticali; dall’immissione in soprannumero dei facenti funzioni al concorso Dsga con una quota riservata, alla fine della temporizzazione”. Le richieste di Anief si spostano poi sugli stipendi del personale ATA ancora ritenuti inadeguati: “i più bassi della PA, bisogna ripristinare ‘le fasce di posizioni stipendiali del personale scolastico precedenti a quelle indicate dalla Tabella A allegata al CCNL Scuola del 4/8/2011’; dire basta alle ‘discriminazioni tra lavoratori’ di ruolo e precari; per gli stessi motivi, ‘è necessario estendere la carta docente e il relativo bonus anche’ al personale ATA, come a quello educativo, oggi entrambi esclusi senza alcun tipo di spiegazione. D’altra parte come già ricordato, in un articolo precedente, gli stipendi, in base ai calcoli dell’Aran, sono non solo tra i più bassi della PA ma addirittura in calo.

Potrebbe interessarti:  Ricostruzione carriera: bisogna applicare news CCNL