In occasione dell’aggiornamento sulla legge di stabilità e sulla fine agli appalti di pulizia esterni nelle scuole, Luigi Gallo, nei giorni scorsi ha dato un importante messaggio anche per i collaboratori scolastici ATA presenti nelle graduatorie. Per essi ci sarà uno sblocco nelle assunzioni con l’internalizzazione degli ex Lsu.

Assunzioni ATA e stop appalti di pulizia, sblocco per i collaboratori scolastici

Lo scorso venerdì, 16 novembre, Luigi Gallo (M5S) è tornato ad aggiornare sulla situazione degli ex Lsu e sullo stop agli appalti di pulizia. Oltre a ricordare i danni creati negli anni dall’esternalizzazione dei servizi di pulizia nelle scuole, che sono stati causa non solo di spese aggiuntive per lo Stato ma anche di denunce per la poca limpidezza degli appalti, ha fatto presente che a causa dell’accantonamento dei quasi 12 mila posti si sono bloccate le assunzioni dei collaboratori scolastici ATA presenti in graduatoria. Con l’internalizzazione dei lavoratori delle ditte e cooperative esterne si vanno così a sbloccare anche le graduatorie ATA dei collaboratori scolastici. Queste le parole di Gallo: “In subordine ci sarà spazio anche per i collaboratori ATA che aspettano nelle graduatorie e che a causa di questo appalto sono stati bloccati, questo appalto ha bloccato le assunzioni dei collaboratori ATA, quindi svincolando questi 12 mila posti facciamo un servizio a tutte le categorie, quelle dei più deboli che in questo momento sono messe sotto scacco da questi appalti”. La vicenda degi appalti di pulizia, ricorda Gallo, va avanti dal 1999 ed ha sostanzialmnete privatizzato una parte della scuola. Alcune ditte sono finite negli anni nei fascicoli di mafia capitale, quindi nella scuola si sta mettendo un ‘pezzo malsano’, ragione per cui Gallo, presidente della VII Commisione Cultura della Camera, da mesi si batte per mettere la parola ‘fine’ su questo ‘scandalo’.

Potrebbe interessarti:  Le risposte ai vostri quesiti, 13/12: congedo parentale in part time e ATA