Bonus Inps 1000 euro & Legge 104: chi ne può beneficiare
Bonus Inps 1000 euro & Legge 104: chi ne può beneficiare

Il bonus Inps 1000 euro o bonus Legge 104 rappresenta un’opportunità ‘economica’ per tutti i dipendenti pubblici e anche per i pensionati. Ideato dall’Istituto di Previdenza Nazionale, questo bonus è rivolto prevalentemente a questa tipologia di assistiti che abbiano un parente nel proprio ambito familiare non autosufficiente o disabile.

Bonus Legge 104: quali i requisiti per ottenerlo e chi ne può beneficiare

Chiamato anche Bonus Legge 104, questo benefit è parte integrante del cosiddetto ‘Inps Home Care Premium’, un programma messo a disposizione dallo stesso Inps che prevede l’erogazione di un assegno per chi ha un parente (sia minorenne che maggiorenne) in condizioni di non autosufficienza o di disabilità. L’importo sarà commisurato alla gravità del disabile. L’importo massimo previsto, a titolo di rimborso spese, può arrivare fino a raggiungere la cifra massima di 1.000 euro. Far parte di questo programma, inoltre, dà la possibilità di accedere ad altri servizi collaterali, come per esempio l’assistenza domiciliare del parente ammalato e quant’altro.

Ottenere il bonus è molto semplice, a condizione che si posseggano alcuni requisiti. Ogni anno si potrà partecipare al bando attraverso l’invio di un’apposita istanza online, attraverso l’invio telematico della stessa, già predisposta e direttamente fruibile dal sito internet istituzionale dell’Inps. A tal proposito chi volesse partecipare al bando (di prossima apertura) bisognerà recarsi nella sezione “Concorsi e Gare”; una volta entrati dentro, occorrerà spostarsi nella sezione “Welfare e mutualità”. Da qui si potrà quindi compilare l’apposito form/modulo per partecipare la bando.

Potrebbe interessarti:  Riscatto laurea nel 2019: come funziona

Quest’anno, precisa l’ente di previdenza nazionale, i posti disponibili per l’elargizione dell’assegno di assistenza sono in tutto 30mila. La durata dell’erogazione è fissata in 18 mesi. Scaduti gli stessi, l’assistito potrà formulare nuovamente la richiesta con le medesime modalità.

I requisiti per beneficiare del Bonus Inps 1000 euro e dei servizi accessori

Il beneficiario del bonus di cui in oggetto non è soltanto chi inoltra la richiesta ma anche alcuni familiari del richiedente:

  • il coniuge convivente;
  • un genitore o un figlio;
  • il figlio minore orfano del titolare o il suo tutore;
  • un suocero o un fratello.

Poco prima si faceva cenno all’importo massimo erogato per quanto concerne l’assegno di assistenza. Infatti, bisogna precisare che il bonus Inps prevede l’accreditamento di questa cifra (1.000 €) solo per i casi di disabilità gravi e solo se non si superi la soglia degli 8mila euro per quanto concerne il proprio certificato Isee sociosanitario. In questo caso quindi il beneficiario oltre ad usufruire dell’assegno previsto dal bonus, potrà avvalersi anche di alcuni ‘servizi accessori’. Tra questi ricordiamo: si potrà usufruire di un adeguato supporto psicologico, fisioterapico o di quello logopedistico. In alcuni casi estremi si garantirà persino il trasporto del disabile verso le strutture riabilitative o i centri di aggregazione sociale.

I candidati, infine, dovranno attendere nelle settimane successive la scadenza del bando, la pubblicazione delle graduatorie degli aventi diritti al contributo di cui in oggetto.