Collaboratori scolastici nominati da terza fascia delle graduatorie ATA

Rieccoci con nuove preziose informazioni riguardanti le graduatorie ATA. Questa volta segnaliamo alcune precisazioni da parte dell’ufficio scolastico di Torino. Esse riguardano la valutazione dei servizi, ovvero, i Lavori di Pubblica Utilità e quelli socialmente utili.

Graduatorie ATA e lavoro con contratto d’opera: ha un suo valore?

Per quanto riguarda l’ATA, al momento della registrazione nelle graduatorie, è d’uopo ricordare che non vale in maniera assoluta il servizio prestato con contratto d’opera. Esso non può essere in alcun modo inteso come servizio prestato in qualità di personale ATA all’interno di scuole pubbliche, né ‘altro servizio comunque prestato’.

I servizi compatibili con ATA

Come leggiamo da Orizzonte Scuola, i servizi valutabili all’interno delle graduatorie di terza fascia sono i seguenti:

  • Quelli prestati alle dirette dipendenze di Amministrazioni Statali o enti locali;
  • Lavori determinanti la stipula di contratti sottoscritti ai sensi di specifiche norme contrattuali del CCNL dei comparti di riferimento;
  • Periodi di servizio coperti da contratto individuale che può essere sia a tempo determinato che indeterminato, ai sensi degli articoli 25 e 44 del CCNL 2006/09 del Comparto Scuola per la parte ancora applicabile e del CCNL 2016-18 del Comparto Istruzione e Ricerca.
Potrebbe interessarti:  Scuola, assunzioni docenti 2019/2020 ultime notizie: sarà turnover al 100% sulle cattedre

Altri titoli non valutabili

Rammentiamo qualche altro titolo considerato non idoneo con le graduatorie ATA:

  • Servizi svolti in qualità di Co.Co.Co;
  • Servizi svolti in qualità di Co.Co.Pro;
  • Consulenze;
  • Stage;
  • Lavori interinali;
  • Servizi alle dipendenze di aziende a partecipazione comunale, provinciale o regionale;
  • Servizio svolto in qualità di vigile del fuoco volontario;
  • Servizio svolto in qualità di operatore socio assistenziale;
  • Lavori Socialmente Utili;
  • Lavori di Pubblica Utilità.

Tali lavori non possono essere valutabili in quanto non sono correlati ad enti e/o amministrazioni statali.

La tipologia del contratto

Come abbiamo già precisato il servizio, per essere compatibile con le graduatorie ATA, deve necessariamente essere prestato con rapporto di impiego direttamente con lo Stato o con gli enti locali in cui è stato adempiuto; inoltre, come leggiamo da Orizzonte Scuola: ‘deve concernere personale della scuola statale già a carico degli EE.LL. e, eventualmente, oggi a carico dello Stato’.