Concorso ordinario infanzia e primaria: bozza del DM, ultime notizie
Concorso ordinario infanzia e primaria: bozza del DM, ultime notizie

Ecco la bozza del Decreto Ministeriale relativo al nuovo Concorso ordinario per la scuola dell’infanzia e primaria – I posti disponibili per l’accesso al ruolo docente saranno in totale 10.183.

Oggi si è svolto un incontro al Miur dedicato al nuovo Concorso ordinario della scuola dell’infanzia e della primaria. Al centro della riunione i punti salienti contenuti all’interno della bozza del nuovo Decreto Ministeriale.

Il documento al più presto – secondo le ultime indiscrezioni uscite in tarda serata su alcune testate giornalistiche specializzate (La Tecnica della Scuola) – sarà inviato nel più tempo breve possibile (per l’ottenimento del parere preventivo) al Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione, l’organo di garanzia per eccellenza per ciò che attiene all’unitarietà del sistema nazionale d’istruzione.

I punti salienti della bozza del DM sul Concorso ordinario scuola infanzia e primaria

Ecco quindi i punti salienti contenuti nella bozza del DM così come annunciati dalla testata giornalistica su indicata. Questi, in sintesi consisteranno:

  • Il concorso avrà validità biennale;
  • Il bando sarà a livello regionale;
  • I posti totali saranno pari a 10.183.

Il numero dei posti è scaturito dalle richieste fatte dalle Regioni in base alle loro dichiarazioni circa la loro effettiva disponibilità; la disponibilità è resa obbligatoria anche perché le GM 2016 di tali Regioni sono di fatto esaurite o possiedono al loro interno un numero esiguo di docenti.

I requisiti per partecipare al Concorso ordinario scuola Infanzia Primaria

Per quanto riguarda i requisiti necessari ai candidati per potere partecipare al concorso, la bozza del Decreto riporta le seguenti informazioni/indicazioni:

  • Diploma magistrale, liceo socio-psico pedagogico e diploma sperimentale ad indirizzo linguistico conseguiti entro l’a.s.2001/02
  • Laurea in Scienze della Formazione o analogo titolo estero equipollente.
Potrebbe interessarti:  Concorso infanzia e primaria: le date di dicembre 2018 da segnare in calendario

2 le prove di accesso; test attitudinali solo in alcuni casi

Può esserci anche una prova preselettiva ma solo ad alcune condizioni. Per il resto sono confermate le indiscrezioni circolate in queste settimane, cioè una prova scritta e una prova orale. In particolare, all’interno della bozza si legge che è prevista una prova preselettiva solo nel caso in cui le domande di partecipazione alla tornata concorsuale superino tre volte il numero dei posti disponibili.

Gli allegati: la bozza del DM, la tabella titoli e il regolamento sui requisiti dei commissari

Ecco di seguito i documenti anticipati dalla Testata giornalistica specializzata ‘La Tecnica della Scuola’:

La Tecnica della Scuola ha pubblicato pochi minuti fa i testi in formato PDF della bozza del decreto ministeriale. Per prenderne visione dei documenti, copiare e incollare sul proprio browser i rispettivi link. La bozza del DM: https://www.tecnicadellascuola.it/wp-content/uploads/2018/11/ilovepdf_jpg_to_pdf.pdf

Questo link invece contiene la Tabella dei titoli: https://www.tecnicadellascuola.it/wp-content/uploads/2018/11/ilovepdf_jpg_to_pdf-2.pdf

Infine, questo è il link al documento sui requisiti che devono possedere i componenti delle commissioni giudicatrici: https://www.tecnicadellascuola.it/wp-content/uploads/2018/11/ilovepdf_jpg_to_pdf-1.pdf