anno di prova

Precedentemente abbiamo analizzato separatamente l’anno di prova per i neo-assunti da concorso 2016 e l’anno di prova per III anno FIT.
Per rispondere a coloro che vogliono comparare i due percorsi, segue un quadro comparativo tra gli adempimenti del periodo di formazione e prova (ex Decreto Ministeriale 27 ottobre 2015, n. 850) e quelli previsti dal percorso di formazione FIT (ex Decreto Ministeriale 14 dicembre 2017, n. 984).

Percorso formativo

L’anno di formazione e prova dei docenti immessi in ruolo da GaE e GM 2016 è disciplinato dal DM n. 850/2015 (attuativo della legge 107/2015). Per l’anno scolastico 2018/19, il Miur ha pubblicato la nota n. 35085 del 2 agosto 2018, volta a fornire apposite indicazioni.
Il percorso annuale FIT  è disciplinato dal DM n. 984/2017, con nota del 21 settembre 2018.

Per entrambi il percorso prevede la compilazione sulla piattaforma Indire (con sezione dedicata per il percorso FIT) del portfolio professionale, l’affiancamento di un tutor e una valutazione finale tramite colloquio a cura della Commissione di valutazione (i docenti FIT svolgono il colloquio finale ai fini dell’assunzione, gli assunti da GaE e GM 2016 per la conferma in ruolo).

telegram-scuolainforma-336x280

Vediamo ora i due percorsi:

Assunti da GaE e GM 2016

Il portfolio professionale da compilare è costituito da: documentazione attinente alla progettazione, realizzazione e valutazione delle attività didattiche, curriculum professionale, bilancio iniziale delle competenze, bilancio finale delle competenze, piano di sviluppo professionale.
I docenti dovranno partecipare ad un incontro propedeutico e frequentare laboratori formativi e/o visite in scuole innovative.
Inoltre: attività peer to peer, formazione on-line e incontro di restituzione finale.

Ammessi al III anno FIT

Il portfolio professionale da compilare è costituito da: curriculum professionale e formativo, bilancio iniziale delle competenze, progettazione didattica, progetto di ricerca-azione, bilancio finale delle competenze, bisogni formativi futuri.
Inoltre: osservazione in classe a cura del tutor, verifiche in itinere.

Potrebbe interessarti:  Docenti FIT si riaccende la speranza dopo l'ultima riunione al Miur

Le differenze

La prima differenza sostanziale riguarda la posizione giuridica-economica e quindi la tipologia di contratto differente:
• il contratto dei docenti ammessi al terzo anno FIT ha le stesse condizioni normative ed economiche di quello di supplenza annuale fino al 31 agosto. Pertanto godono delle tutele contrattuali previste per i docenti a tempo determinato in materie di ferie, permessi, malattia etc. e percepiscono il medesimo trattamento economico dei supplenti annuali. L’assunzione in ruolo avviene in seguito al superamento del percorso svolto;
• i docenti assunti da GaE e da GM 2016 sono assunti direttamente con contratto a tempo indeterminato e svolgono l’anno di formazione e prova ai fini della conferma in ruolo.
• i docenti ammessi al terzo anno FIT, avendo un contratto a tempo determinato, non possono percepire il Bonus Docenti e neppure accedere alla piattaforma S.O.F.I.A per l’aggiornamento professionale.

In sostanza, i docenti ammessi al terzo anno FIT restano precari (per un anno), mentre quelli assunti da GaE e da GM 2016 entrano direttamente in ruolo.

Gli ammessi al III anno FIT non svolgono i laboratori formativi e/o visite in scuole innovative, non partecipano agli incontri organizzati a livello territoriale (a meno che non sia la scuola polo a decidere di fare ugualmente un incontro dedicato) e svolgono un progetto di ricerca-azione, diversamente dai docenti assunti da GaE e GM 2016;
Inoltre le attività di osservazione in classe sono svolte con modalità e tempi differenti.