Mobilità 2019/20–2020/21–2021/22: docenti, ATA ed educatori: scheda UIL
Mobilità 2019/20–2020/21–2021/22: docenti, ATA ed educatori: scheda UIL

Il nuovo Contratto Collettivo Nazionale Integrativo disciplina la mobilità del personale docente, educativo ed ATA, con rapporto di lavoro a tempo indeterminato. Ha una validità giuridica di 3 anni (2019/20, 2020/21, 2021/22). La mobilità si svolgerà comunque annualmente. È possibile la riapertura della trattativa, anche su richiesta di un solo soggetto firmatario, per recepire possibili effetti sulla mobilità derivanti da eventuali interventi normativi e contrattuali o qualora le parti concordemente lo ritengano necessario. Questo è quanto scrive la UIL scuola, nell’introduzione della sua scheda di sintesi.

Mobilità scuola 2019/20–2020/21–2021/22

Per tutti i docenti assunti a tempo indeterminato la mobilità si svolgerà in tre fasi:

  • I fase: comunale (trasferimenti trascuoledello stesso comune di titolarità).
  • II fase: intercomunale (trasferimenti tra scuole dicomuni diversi all’interno della provincia di titolarità. Sono compresi i trasferimenti da posto di sostegno a posto comune eviceversa, se richiesti tra scuole dello stesso comune di titolarità).
  • III fase: Trasferimenti e passaggi di cattedra e di ruolo in scuole di una provincia diversa rispetto a quella di titolarità. Passaggi di cattedra e di ruolo nella provincia di titolarità.
Potrebbe interessarti:  Quota 100: previste (solo) alcune migliaia di adesioni tra docenti e ATA

Per tutti i docenti è stata eliminata la titolarità su ambito e non c’è più il limite delle 5 scuole da inserire. Le preferenze passano a 15. Per i dettagli riguardanti anche educatori e ATA, visualizzare la scheda di sintesi della UIL.