comunicazione permesso diritto allo studio

L’Usp di Pavia ha pubblicato in data 2 gennaio la comunicazione relativa alla presentazione delle domande per poter richiedere i permessi di diritto allo studio.

L’istanza può essere presentata da tutto il personale scolastico (docente, educativo e Ata) assunto a tempo determinato con supplenza breve e saltuaria. Di seguito i dettagli.

Quando presentare la domanda

“In applicazione all’art 11.5 del Contratto Integrativo Regionale (CIR del 01/07/2016 siglato presso l’Usr Lombardia), il personale con contratto a tempo determinato con supplenza breve e saltuaria nel periodo dal 1 settembre al 20 gennaio, può presentare istanza di fruizione dei permessi per il diritto allo studio per l’anno 2019 tra il 10 e il 20 gennaio 2019“. Questo è dunque il periodo indicato dall’Usp di Pavia per la presentazione della domanda.

Modalità di presentazione della domanda

telegram-scuolainforma-336x280

L’Usp ha messo a disposizione, in allegato alla suindicata comunicazione, gli appositi modelli di richiesta dei permessi studio da compilare (a seconda dell’incarico ricoperto come personale docente, educativo o Ata). La domanda, come specificato, va presentata all’Ust competente per il tramite del dirigente scolastico della scuola. Invece il personale attualmente non in servizio inoltrerà la domanda direttamente all’Ust di riferimento. Viene inoltre aggiunto che le domande devono pervenire all’Ufficio Scolastico per il tramite dell’indirizzo di posta elettronica certificata (indicata sul sito Usp Pavia).

Ulteriori specificazioni

Nel comunicato si legge anche che “la quantificazione del monte orario spettante terrà conto dei servizi prestati dall’inizio dell’anno scolastico e del periodo definito dal contratto eventualmente in essere all’atto della presentazione della domanda”. E infine viene specificato che al momento della presentazione della domanda, i richiedenti devono essere iscritti ai corsi previsti dall’art 4.4 del CIR, cioè corsi universitari o post-universitari legalmente riconosciuti nonché corsi finalizzati al conseguimento di titoli di studio e titoli di specializzazione aventi valore legale.