Falsi titoli di sostegno: denunciati anche tre docenti
Falsi titoli di sostegno: denunciati anche tre docenti

Come noto, sono in corso in tutta Italia le indagini sui casi di titoli falsi in possesso di molti lavoratori facenti parte del personale ATA. I risultati di tali accertamenti stanno dando i primi frutti; adesso si viene a conoscenza anche dei primi casi di docenti in possesso di falsi titoli di sostegno.

Secondo i primi accertamenti sarebbero finiti nei guai almeno tre docenti con il titolo di abilitazione di sostegno non conforme o del tutto irregolare. I titoli erano stati emessi da due enti di formazione privati del Salernitano. I tre insegnanti sono stati prontamente denunciati dal Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale Campano.

Controlli a tappeto in Tutta Italia: molti lavoratori nelle scuole del nord sono in possesso di titoli falsi o rilasciati da enti irregolari

Falsi diplomi per lavorare nelle scuole del Nord e scattano i primi licenziamenti e le prime revoche delle supplenze. Su quattro bidelli salernitani piomba lo stop agli incarichi e c’è anche un primo licenziamento di un bidello nel Veneto per aver presentato una falsa dichiarazione sui titoli.

telegram-scuolainforma-336x280

Dopo il blocco con risoluzione dei contratti scatterà, da parte delle scuole, la denuncia alle Procure di competenza territoriale per dichiarazioni mendaci e presentazione di titoli falsi.

È quanto trapela da fonti dell’amministrazione scolastica campana e da scuole pubbliche e paritarie del Salernitano che prima di Natale sono state raggiunte da richieste di accertamento di titoli partire dalle regioni del Centro-Nord d’Italia.

In Veneto scoperti tre docenti in possesso di falsi titoli di sostegno: denunciati dall’USR Campania

Intanto ai bidelli furbetti, almeno quattro, si affiancano alcuni docenti con titolo di sostegno ‘fantasma’, cioè non regolare ed emesso da enti di formazione privati: nei guai almeno tre docenti con titolo di abilitazione non conforme o regolare emesso da due enti di formazione privati del Salernitano che sono stati denunciati dal Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale Campano.

Fonte: CERIPNEWS