La domanda che si fanno i docenti della scuola primaria e dell’infanzia è: quando i vari uffici scolastici regionali pubblicheranno i calendari delle prove orali? A giudicare dalle prime notizie che arrivano da alcune regioni del centro nord, è da escludere che ciò possa avvenire entro febbraio. A Viale Trastevere auspicavano addirittura la formazione delle graduatorie di merito regionali entro luglio. La nota MIUR n. 129 dell’11 gennaio 2019, avente per oggetto il concorso straordinario per la scuola dell’infanzia e primaria, procede in questa direzione. L’evidenza dei fatti restituisce un quadro molto diversificato da regione a regione.

Riapertura termini per le domande a commissario

Dopo Piemonte e Lombardia, anche la Toscana alza bandiera bianca. L’elevato numero di istanze presentate dai candidati al concorso rende insufficiente quello delle candidature a commissario pervenute sul sistema POLIS. Per questo motivo sono state avviate procedure di interpello per l’integrazione degli elenchi di aspiranti presidenti e membri delle commissioni. Il 21 febbraio avrebbe dovuto essere il giorno in cui gli uffici regionali avrebbero potuto assegnare i singoli candidati alle opportune commissioni. La necessità di reperire i commissari fa saltare i piani del Miur in queste regioni del nord.

Loading...

GM forse dopo l’estate

Appare molto difficile, in questo contesto, poter dare una risposta precisa agli interessati al concorso straordinario. Di sicuro c’è che l’esiguità dei compensi elargiti ai membri delle commissioni, l’impossibilità di ottenere gli esoneri e le defezioni che si registreranno in corso d’opera, tali per le quali occorrerà procedere a delle sostituzioni, sposteranno molto più in là i termini per lo svolgimento dell’intera procedura concorsuale. Sicuramente saranno ben poche le regioni che avranno approntato le graduatorie di merito regionali entro i termini fissati dal Miur.