Concorso ordinario Infanzia e Primaria 2019: parere del CSPI
Concorso ordinario Infanzia e Primaria 2019: parere del CSPI

Lo scorso 16 gennaio, il CSPI ha preso in esame le bozze dei decreti e dell’ordinanza in relazione al concorso ordinario per la Scuola dell’Infanzia e Primaria che il Miur intende varare a breve. Pare che secondo il suo parere, la bozza preveda una separazione marcata tra la procedura per l’accesso ai posti comuni e quella per i posti su sostegno. Tra le conseguenze, ci potrebbe essere quella di condizionare la mobilità dei docenti tra i posti di sostegno e comune.

CSPI, parere sul concorso ordinario Infanzia e Primaria

Tra i suggerimenti dati, il CSPI raccomanda che le tematiche disciplinari tipiche dell’insegnamento siano oggetto di maggior attenzione nella prova relativa ai posti sul sostegno, esattamente come i temi dell’inclusione scolastica dovrebbero avere rilevanza nelle prove per i posti comuni. Per questo motivo, sono state proposte una serie di integrazioni e modifiche che intendono migliorare i contenuti delle prove e la valutazione dei titoli. Riguardo ai requisiti dei commissari, il CSPI ritiene necessaria una revisione dei compensi. Ha pure evidenziato perplessità sull’utilizzo del personale ATA, troppo carico di lavoro; per tale motivo, la funzione di segretario delle Commissioni giudicatrici dovrebbe essere svolta con esonero dal servizio. Visualizza nel dettaglio il documento pubblicato del CSPI.