La FLC CGIL ritiene che, parlando delle procedure di mobilità, ci siano ancora degli aspetti che necessitano di essere approfonditi. Per questo motivo, di concerto con le altre sigle sindacali confederali, è stato chiesto al Miur di tornare nuovamente ad un tavolo per parlarne.

In merito all’attivazione delle procedure selettive di mobilità professionale riservata al personale ATA, i Sindacati Confederali unitariamente, hanno chiesto un incontro urgente al Capo di Gabinetto del Ministro della Pubblica Amministrazione, data l’urgenza della materia, a noi ben nota.

Per la FLC CGIL, questo è un atto doveroso nei riguardi di tutte le aree e i profili del personale ATA e degli Assistenti amministrativi che da molti anni stanno svolgendo la funzione di DSGA.

telegram-scuolainforma-336x280

Di seguito la lettera unitaria

_______________

FLC CGIL – CISL FSUR – UIL SCUOLA

Potrebbe interessarti:  Miur presto impartirà disposizioni a tutti gli uffici scolastici regionali per il reinserimento in seconda fascia

Roma, 31 gennaio 2019

Dott. Sergio Ferdinandi

Capo di Gabinetto del Ministro della Pubblica Amministrazione

ROMA

Oggetto: mobilità professionale personale ATA – richiesta incontro urgente

Il decreto legislativo 25 maggio 2017 n. 75, recante modifiche e integrazioni al decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, all’art. 22, comma 15 consente di attivare, al fine di valorizzare le professionalità interne, procedure selettive di mobilità professionale riservate al personale delle Pubbliche Amministrazioni.

Alla luce di quanto sopra, le scriventi organizzazioni sindacali chiedono un incontro urgente in merito all’applicazione di tali disposizioni anche per quanto riguarda le aree e i profili del personale ATA della scuola.

In attesa di riscontro, porgono distinti saluti

FLC CGIL, Francesco Sinopoli

CISL FSUR, Maddalena Gissi

UIL SCUOLA, Giuseppe Turi