Concorsi scuola, Pino Turi: 'Bene, ma la situazione è di emergenza: non si può più procrastinare'
Concorsi scuola, Pino Turi: 'Bene, ma la situazione è di emergenza: non si può più procrastinare''

Una delle questioni più importanti da risolvere in ambito scolastico è, senza dubbio, quella dei docenti inseriti in terza fascia con più di 36 mesi di servizio. In modo particolare si lamenta la mancata attuazione del punto 22 del contratto di governo Lega-Movimento 5 Stelle riguardante la fase transitoria per i precari storici.

A questo proposito, come riporta il sito Web notonews.it, sabato scorso si è tenuto a Noto un incontro la deputata grillina, Maria Marzana, membro della Commissione cultura della Camera, e una delegazione di docenti precari siciliani inseriti in terza fascia ma con più di 3 anni di servizio.

Fase transitoria per i precari storici

La deputata del Movimento 5 Stelle ha ricordato il suo passato come precaria di terza fascia e ha sottolineato il fatto che conosca bene la situazione. ‘Quello che occorre fare adesso è affrontare questa situazione regolarizzandola e cercando di trovare la quadra anche con la Lega. Noi abbiamo sempre parlato di fase transitoria – ha affermato l’onorevole Maria Marzana – cioè di un corso o concorso riservato per chi ha tre anni di servizio, mettendo il precario storico nella condizione di abilitarsi attraverso il corso e di essere reclutato a tempo indeterminato attraverso il concorso riservato. Successivamente ripartire con il concorso ordinario aperto a tutti.’

Maria Marzana: questione dei precari di III fascia con più di 36 mesi

Maria Marzana ha parlato di ‘azione di sensibilizzazione delle Commissioni Cultura di Camera e Senato. In Italia si insegna nelle scuole anche senza abilitazione quindi l’abilitazione non è discriminante ed è per questo che l’esperienza sul campo dovrà essere fortemente tenuta in considerazione mediante una fase transitoria.’
La deputata grillina ha intenzione di preparare, insieme alla delegazione siciliana, un atto parlamentare che abbia lo scopo di portare all’attenzione del Ministro Bussetti la questione dei precari di terza fascia con 3 anni di servizio al fine di cercare di definire la questione.