Stipendi 2019, quanto guadagna davvero un docente della scuola, al netto?
Stipendi 2019, quanto guadagna davvero un docente della scuola, al netto?

Quanto guadagna un docente della scuola al netto? La domanda nasce spontanea, perché esiste una gran differenza tra gli importi al lordo, e quelli al netto. Con l’ultimo rinnovo del CCNL, gli importi sono cambiati per via degli aumenti stipendiali. Le tabelle che hanno circolato, continuano ad indicare lo stipendio spettante al lordo delle imposte e delle trattenute. Ma quanto guadagnano davvero gli insegnanti della scuola? Qualche tempo fa, la Gilda degli Insegnanti ha realizzato un pdf in cui mostrava qual è l’effettivo stipendio medio mensile del docente, dalla scuola dell’infanzia alla scuola secondaria di II grado. Vediamo di utilizzarla per farci un’idea più chiara.

Tabelle stipendi docenti 2019

Per farvi comprendere la differenza tra lo stipendio lordo del docente e quello netto, vi postiamo 2 tabelle sindacali.

La prima è realizzata dalla UIL SCUOLA ed indica l’importo annuo degli stipendi dei professori e degli insegnanti al lordo delle imposte e delle trattenute varie, dopo il rinnovo del CCNL e quindi a partire dal 1 marzo 2018 (valido anche nel 2019).

telegram-scuolainforma-336x280

Per ottener l’importo mensile lordo è sufficiente suddividere l’importo per 12 mensilità.

Quanto guadagna davvero un insegnate ogni mese: tabella al netto

La seconda è quella realizzata dalla Gilda degli insegnanti ed è antecedente al rinnovo contrattuale. Ciò significa che il calcolo “al netto” non include gli aumenti dell’ultimo CCNL. In ogni caso, è valida per capire quello che entra effettivamente nelle tasche dell’insegnante. Specifiche del calcolo potete leggerle nella nota sotto la tabella.

Tabella stipendio al netto del docente
Tabella stipendio al netto del docente

Ricordiamo che gli aumenti corrisposti dal 2019 e validi anche per il 2019, al netto, corrispondono a quanto segue (fonte: PSN):

Potete sommarli alla cifra della tabella Gilda e ottenere l’importo al netto dopo il rinnovo contrattuale.