Sullo stipendio del mese di febbraio verrà caricato anche l’importo dell’ elemento perequativo originariamente previsto gennaio. Lo comunica ufficialmente NoiPA con un avviso sulla sua pagina Facebook dedicato ai suoi assistiti.

L’importo dello stipendio sarà mediamente più congruo rispetto ai precedenti, al netto del conguaglio fiscale che verrà computato.

Dove vedere il cedolino

Attraverso il self service “Consultazione pagamenti”, presente all’interno dell’area riservata del portale, sarà possibile visualizzare l’importo netto relativo all’ultima rata elaborata, in anticipo rispetto alla pubblicazione del cedolino stipendiale.

telegram-scuolainforma-336x280

La nota di NoiPA reca come oggetto “informazioni sulla proroga dell’elemento perequativo con decorrenza primo gennaio 2019“. Nell’informare i suoi assistiti che lo stesso sarà erogato lo stipendio di febbraio 2019 l’amministrazione spiega i motivi del ritardo dell’accredito della somma in questione. Rimettiamo di seguito l’avviso pubblicato da Noi Pa.

L’avviso NoiPa

Si comunica che sono state avviate le operazioni necessarie all’inserimento nella rata di febbraio delle somme dovute a partire dal 1° gennaio 2019 con riferimento alla proroga dell’ elemento perequativo una tantum (legge numero 145/2018, articolo 1, comma 440). L’approvazione definitiva della norma è intervenuta il 30 dicembre 2018“. Nel messaggio precedente NoiPA spiegava che, in considerazione delle operazioni concorrenti di chiusura dell’anno fiscale e di calcolo dei relativi conguagli, con successiva comunicazione sarebbe stata data notizia dell’esito positivo dell’elaborazione, ovviamente in un momento successivo rispetto all’emissione della rata di gennaio 2019.

Potrebbe interessarti:  NoiPA 'cambia faccia', ultime notizie oggi 19/7: l'avviso

Conguaglio fiscale

Il “conguaglio fiscale” è il calcolo definitivo delle imposte Irpef e delle addizionali dovute dal lavoratore o dal pensionato che il datore di lavoro, e per esso il sistema NoiPA, è tenuto ad effettuare al termine di ogni anno solare.

Entro il mese di febbraio, quindi, il sistema NoiPA effettua, per conto delle amministrazioni gestite e per il periodo di anno solare precedente a quello in corso, un conguaglio tra:

le ritenute d’acconto operate mensilmente nel corso dell’anno solare precedente e l’imposta effettivamente dovuta sull’ammontare complessivo degli emolumenti erogati (trattamento economico fondamentale e accessorie) nell’anno precedente.

Arretrati

Molti docenti lamentano ancora la mancanza degli arretrati delle mensilità di novembre e dicembre che avrebbero dovuto essere corrisposti con il cedolino di febbraio. L’ultimo aggiornamento parla di una emissione speciale separata, prevista sempre per questo mese di febbraio.