TFA sostegno 2019: requisiti di accesso primaria, infanzia, secondaria e ITP
TFA sostegno 2019: requisiti di accesso primaria, infanzia, secondaria e ITP

L’8 febbraio 2019 è stato pubblicato il decreto per l’avvio del TFA sostegno. Quali sono i requisiti di accesso al corso di specializzazione? Li indichiamo di seguito, facendo una distinzione tra scuola dell’infanzia e primaria, secondaria, e ITP. Possono accedere docenti precari e docenti di ruolo.

TFA sostegno: requisiti scuola infanzia e primaria

I requisiti per partecipare al TFA sostegno 2019 per la scuola dell’infanzia e primaria, sono:

– laurea in Scienze della formazione primaria

– oppure diploma magistrale, ivi compreso il diploma sperimentale a indirizzo psicopedagogico, con valore di abilitazione e diploma sperimentale a indirizzo linguistico, conseguiti presso gli istituti magistrali

– oppure analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente;

Accesso per scuola secondaria di I e II grado

I requisiti per partecipare al TFA sostegno per la secondaria di I e II grado, sono:

– abilitazione

– oppure laurea + 24 CFU in discipline antropo – psico – pedagogiche ed in metodologie e tecnologie didattiche;

– oppure laurea + 3 annualità di servizio, nel corso degli otto anni scolastici precedenti,anche non successive, valutabili come tali ai sensi dell’articolo Il, comma 14, della legge 3 maggio 1999, n. 124, su posto comune o di sostegno, presso le istituzioni del sistema educativo di istruzione e formazione.

Potrebbe interessarti:  Ecco chi sono e cosa chiedono i docenti di ruolo ingabbiati infanzia e primaria

Requisiti ITP

Gli ITP accedono al TFA sostegno con il diploma. Il decreto prevede una disciplina transitoria:

“2. I requisiti previsti dall’articolo 5, comma 2, del decreto legislativo n. 59/2017 per i posti di insegnante tecnico – pratico sono richiesti per la partecipazione ai percorsi di specializzazione sul sostegno banditi successivamente all’anno scolastico 2024/2025. Sino ad allora rimangono fermi i requisiti previsti dalla normativa vigente in materia di
classi di concorso.”

In più, accedono con riserva tutti coloro che hanno conseguito il titolo abilitante all’estero, e hanno già presentato entro la data ultima stabilita per la presentazione delle istanze per la partecipazione alla specifica procedura di selezione, la relativa domanda di riconoscimento alla Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione.