Con la pubblicazione del decreto ministeriale che regola la partecipazione ai corsi di specializzazione del quarto del ciclo TFA sostegno, l’attenzione dei docenti interessati si concentra sui costi e sui tempi di durata di detti corsi. Sulla base dell’esperienza maturata nel corso del ciclo precedente, siamo in grado di dire che saranno necessari dai 2500 ai 3500 euro per ciascun partecipante.

Costi e tempi

La durata media dei corsi di specializzazione è di circa 8 mesi. A breve gli atenei accreditati pubblicheranno i bandi con le modalità di iscrizione ai corsi. In genere sono necessari dai 100 ai 150 euro di tassa di iscrizione che danno diritto ad essere ammessi a partecipare ai test preselettivi. La quota residua in genere viene frazionata in due tranches, dove la prima va corrisposta subito dopo aver ricevuto l’esito positivo del test di ammissione.

Accesso al portale

La domanda maggiormente ricorrente nei gruppi social dedicati al TFA sostegno è cosa bisogna fare per iscriversi ai test di ammissione. Il primo passaggio che il docente interessato dovrà compiere è quello di recarsi sul portale cineca dove verrà visualizzata la maschera di accesso al sistema informatico. Questa procedura partirà non appena le singole università avranno pubblicato un apposito decreto. Gli interessati verranno informati della data di scadenza per effettuare l’iscrizione.

Potrebbe interessarti:  TFA sostegno, come saranno le prove e le correzioni

Materie diverse

telegram-scuolainforma-336x280

È opportuno sottolineare che non esistono vincoli di residenza per frequentare il TFA sostegno. Gli interessati potranno liberamente scegliere l’ateneo in cui seguire i corsi. L’iscrizione ai test per più classi di concorso è parimenti consentita. È possibile anche fare il test per una classe di concorso in una università e un test in un’ altra classe di concorso in un ateneo diverso. Tutto ciò ovviamente considerando che anche le date di svolgimento dovranno essere differenti (ad esempio 20 marzo per una cdc e 4 aprile per l’altra).

In conclusione, tutti coloro che hanno intenzione di partecipare al quarto ciclo TFA sostegno dovranno monitorare attentamente i portali delle università italiane per verificare la pubblicazione dei decreti che regoleranno le norme per l’accesso ai test.