Specializzazione con TFA sostegno: come può essere utilizzata
Specializzazione con TFA sostegno: come può essere utilizzata

Le procedure per il TFA sostegno, ovvero i corsi di specializzazione, sono state avviate con il decreto Miur numero 92 dell’8 febbraio 2019. Si è in attesa dei bandi per tutti i gradi di scuola. Come potrà essere sfruttato il titolo ottenuto?

TFA sostegno: come lo sfruttano i precari

Come potrà essere sfruttato il titolo ottenuto col TFA sostegno dai precari? In diversi modi:

  1. Concorso: la specializzazione su sotegno è titolo di accesso per partecipare ai concorsi su sotegno (per il relativo grado di scuola).
  2. Graduatorie di istituto: col titolo di sostegno si accede alle suppelnze da GI. Le graduatorie son triennali, ma si aggiornano tramite finestre semestrali. L’integrazione delle graduatorie è attualmente in corso con la terza finestra. Chi si specializza, quindi, può inserirsi negli elenchi aggiuntivi tramite le finestre semestrali, e poi a pieno titolo con l’aggiornamento triennale.
  3. GaE: i docenti già inseriti in GaE, possono aggiungere il titolo su sostegno al momento dell’aggiornamento triennale (che dovrebbe esserci proprio quest’anno). Comunque, il titolo può essere inserito al momento dell’aggiornamento annuale, che avviene in genere a giugno. Dalle GaE è più facile ottenere il ruolo, anche su sostegno.
  4. MAD: il titolo ottenuto col TFA sostegno può essere utilizzato per ottenere una supplenza tramite MAD.
Potrebbe interessarti:  TFA sostegno: i presupposti giuridici alla base della richiesta di un corso senza i test di ammissione

Specializzazione sostegno per docenti di ruolo

Il titolo ottenuto col TFA sostegno può essere ben sfruttato anche dai docenti di ruolo. Ecco come:

  1. Concorso: i docenti di ruolo possono usare il titolo per partecipare ai concorsi su sostegno e cambiare regione di assunzione.
  2. Mobilità: il titolo potrà essere utilizzato dai docenti che presentano domanda di mobilità, per chiedere il trasferimento da posto comune a posto di sostegno o per il  passaggio di ruolo su sostegno per un grado di istruzione diverso.
  3. Graduatorie di istituto: col titolo è possibile essere inseriti nelle graduatorie di istituto per una classe di concorso/posto diverso da quello di titolarità.