Scuola, immissioni in ruolo docenti 2019/20 ultime notizie: 'Miur ostinato, in arrivo altro errore capitale'
Scuola, immissioni in ruolo docenti 2019/20 ultime notizie: 'Miur ostinato, in arrivo altro errore capitale'

La direttrice generale dell’Inps, Gabriella Di Michele, ha rilasciato un’intervista al quotidiano economico ‘Il Sole 24 Ore’, all’interno della quale ha spiegato che le oltre 52mila domande pervenute sin qui all’Inps per richiedere il pensionamento anticipato con Quota 100 sono in linea con le attese.

Scuola, pensioni Quota 100, Inps: ‘Nessun ritardo, pronti i programmi di calcolo’

In merito alle tempistiche particolari a cui è soggetto il comparto scuola, la Di Michele ha dichiarato:
‘L’anno scorso abbiamo garantito la pensione il 1° settembre al 98% degli insegnanti che avevano fatto domanda nei termini, speriamo di riuscire anche quest’anno: tra maggio o giugno sapremo quante delle domande di quotisti arrivate potranno essere pagate nei termini’.
Dunque, secondo le dichiarazioni della Direttrice Generale dell’Inps, con il ministero dell’Istruzione, dopo la circolare di riapertura termini per presentare le domande entro il 28 febbraio, si cercherà di rispettare le date per i pensionamenti prima dell’inizio del nuovo anno scolastico.

Pensioni Quota 100, mobilità e assunzioni: si rischia di creare un effetto domino

Il fatto è che se bisognerà attendere maggio o giugno per sapere l’esito della verifica delle domande da parte dell’Inps, le operazioni riguardanti mobilità e nuove assunzioni rischiano, inevitabilmente, di subire dei ritardi sulla tabella di marcia. Ricordiamo che il Ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti, ha più volte ricordato come l’obiettivo del Miur sia quello di avere tutti i docenti in classe dal 1° settembre.