Scuola, da settembre torna l'educazione civica: come verrà inserita la materia?
Scuola, da settembre torna l'educazione civica: come verrà inserita la materia?

La ministra della Salute Giulia Grillo, a margine della presentazione dello studio nazionale sulla fertilità al Ministero della Salute, ha parlato di educazione alla sessualità nelle scuole, sottolineando la necessità di dare ai giovani le opportune informazioni. La ministra ha spiegato come l’intenzione sarebbe quella di intraprendere un percorso comune, insieme al Ministero dell’Istruzione, in modo da poter insegnare la salute nelle scuole, dedicando oltre modo un capitolo alla salute riproduttiva e alla sessualità.

Educazione alla sessualità nelle scuole, il giudizio della ministra della salute

‘C’è un grandissimo gap informativo per i giovani sul tema della sessualità – ha dichiarato la ministra della Salute, Giulia Grillo al portale Askanews – noi abbiamo analizzato l’aspetto relativo alla salute, ma ci sono tantissime informazioni che ai giovani bisognerebbe dare. Non ci possiamo affidare solamente a internet per la diffusione delle informazioni, anche se su questo voglio lavorare, voglio creare database di informazioni verificate, sia per i giovani che per gli adulti.’

Giulia Grillo: ‘Speriamo in un accordo con il Miur’

‘Credo che l’insegnamento nella scuola di temi legati alla sessualità riproduttiva possa fornire un punto fermo di informazioni certe e verificate, rispetto al non avere informazioni o avere informazioni falsate. Speriamo che da questo protocollo di intesa col Miur nasca la strada per insegnare la salute nelle scuole – ha concluso la deputata del Movimento 5 Stelle – e da lì un capitolo dedicato alla salute riproduttiva e alla sessualità’.