Scuola, PAS e concorso: come si svolgerà la procedura? Ecco i chiarimenti della Gilda degli Insegnanti
Scuola, PAS e concorso: come si svolgerà la procedura? Ecco i chiarimenti della Gilda degli Insegnanti

La questione dei docenti terza fascia, ovvero, gli insegnanti non di ruolo e senza abilitazione, che al termine di ogni anno scolastico vivono un vero e proprio limbo sul loro futuro lavorativo, sembra non avere un punto di soluzione.

Ieri, 23 Febbraio, la Senatrice Bianca Laura Granato ha ospitato a Catanzaro l’oramai noto ‘trio siculo’ composto dai professori Luciano Sigona, Giuseppe Finocchiaro e Roberto Mammano. Ricordiamo che costoro sono i delegati del Gruppo Indipendente Precari Terza Fascia Sicilia. L’incontro è stato un’occasione per manifestare il clima di insicurezza e di timore che i precari stanno provando in questo momento.

Docenti terza fascia: timori per un futuro nefasto

Prima di continuare con il nostro discorso, ricordiamo come da Nord a Sud siano presenti numerosi docenti terza fascia con oltre 36 mesi di servizio (e con conseguente esperienza) che svolgono il loro lavoro al massimo della serietà e professionalità. Ciononostante, questa categoria non è mai stata tutelata a dovere dalle istituzioni.

Di seguito vogliamo riportare le significative parole del professor Sigona alla senatrice Granato: ‘Pensare che un docente precario, dopo anni di servizio nella scuola – ha detto – possa perdere il proprio lavoro a causa del concorso selettivo e che quel posto verrebbe preso da un nuovo docente (neo laureato), che non ha mai prestato servizio in una scuola, ci umilia come categoria’. Delusione, quella di Sigona, condivisa anche dai colleghi Mammano e Finocchiaro.

Finocchiaro ha fatto notare alla Granato come non sia stato affatto rispettato il punto 22 del contratto di Governo che prevedeva una fase transitoria per i precari storici di terza fascia. Mammano ha invece fatto notare come la realizzazione ci un corso/concorso non selettivo per precari storici possa essere una valida soluzione al precariato.

Potrebbe interessarti:  Scuola, precariato ultime notizie: Fioramonti dà 'Ok a mobilità volontaria su posti liberi anche fuori regione'

Ecco perché non viene approvato un transitorio

Alla cocente delusione del  trio Mammano-Finocchiaro-Sigona, la senatrice Granato ha risposto: ‘Abbiamo rispettato il contratto di governo nel modo in cui abbiamo potuto, visto che nella more della legge di bilancio sono stati vinti alcuni ricorsi che hanno reso impraticabile la via del concorso riservato. Mi riferisco al transitorio della secondaria, laddove risultano bloccate le rispettive graduatorie’.

La senatrice ha voluto precisare come il Governo attuale voglia comunque valorizzare il precariato. Proprio per questo, nell’imminente concorso almeno il 10% dei posti sarà riservato ai precari. Sempre in tale concorso, ha esplicato la senatrice, verrà valutato il servizio tramite un emendamento approvato in commissione e finito nel decreto Quota 100.

La Granato ha espresso la sua soddisfazione nel poter raccogliere i pareri e i timori dei docenti rappresentati dal trio di prof siculi e di come non abbia dubbi che insegnanti con esperienza possano comportarsi meglio al concorso rispetto ai neolaureati menzionati precedentemente da Sigona.

La senatrice ha garantito infine: ‘Ma a questi timori vanno date delle risposte e vanno individuati correttivi, se possibile, alle procedure concorsuali. Parlerò con il Ministro per trovare soluzioni’. Qui di seguito vi proponiamo il comunicato originale, ringraziamo il professor Giuseppe Finocchiaro per l’autorizzazione a pubblicare.

PRECARI-TERZA-FASCIA-GRANATO-convertito