Scuola, il ministro Bussetti e quella battuta informale ai sindacati sullo sciopero

Plenaria Bis negativa per i Diplomati Magistrali. Un duro colpo per questi insegnanti che da anni lavorano al servizio della scuola, seppur da precari. Quello che li aspetta, per come si sta evolvendo la questione, è un futuro del tutto incerto. Pronto è stato, in merito, il commento del Ministro dell’Istruzione Bussetti.

“I magistrati amministrativi hanno fatto chiarezza”

Marco Bussetti ha espresso il proprio punto di vista, dopo essere stato reso noto l’ennesimo esito negativo dell’Adunanza Plenaria, a soli 7 giorni dalla discussione. “Grazie alle norme varate questa estate, il personale è stato messo nelle condizioni di partecipare ad un concorso semplificato che consentirà agli interessati di accedere all’immissione in ruolo. I magistrati amministrativi hanno fatto ulteriormente chiarezza su una vicenda molto delicata e complessa, su cui il Governo, insieme ai gruppi parlamentari di Lega, Movimento 5 Stelle, si è mosso nei modi e nei tempi giusti per salvaguardare la continuità didattica e il destino di migliaia di docenti”.

Il Ministro dell’Istruzione continua dunque lungo la via concorsuale come unica possibilità di accesso al ruolo per i Diplomati Magistrali, sembrando voler mettere un punto fermo e conclusivo alla loro vicenda.

Potrebbe interessarti:  Diplomati Magistrali depennati, continuità didattica al 30 giugno non per tutti

Fratelli d’Italia appoggia i DM

telegram-scuolainforma-336x280

Dall’altra parte c’è invece chi continua ad appoggiare i Dm. Federico Mollicone di Fratelli d’Italia, sul proprio profilo Facebook, nel commentare l’accaduto, manifesta l’appoggio ai Diplomati Magistrali: “Continua la battaglia per i Diplomati Magistrali, non vi lasciamo soli”. E su Twitter definisce “assurde” le due sentenze del Consiglio di Stato, manifestando “solidarietà agli operatori della scuola”.