assunzioni
assunzioni

La questione delle assunzioni dei diplomati magistrale, dopo la sentenza della Plenaria, diventa ancora più discussa. Molte persone non sono d’accordo con la decisione del Consiglio di Stato, ma i fatti non cambiano. Per ottenere l’immissione in ruolo, i DM (come i i laureati in SFP) dovranno superare il concorso straordinario, o il concorso ordinario. Il primo è in corso, il secondo sarà emanato a breve. Come avverrano le assunzioni?

notizie-scuola-banner-300x250

Concorso straordinario per diplomati magistrale e SFP: le assunzioni

Il concorso straordinario indetto con DDG n. 1456 per i diplomati magistrale entro l’a.s. 2001/02 e laureati in Scienze della formazione primaria con 2 anni di servizio negli ultimi 8 anni, è in corso. La sua validità viene sancita proprio dalla sentenza della Plenaria, che la legittimato la scelta del Governo.

Chi vi partecipa viene inserito in una graduatoria regionale ad esaurimento, che sarà utilizzata dopo che la graduatoria del concorso 2016 sarà esaurita o non più valida per il 50% dei posti, fino a quando non sarà pronta la graduatoria del nuovo concorso ordinario.

Concorso ordinario: le assunzioni

Il bando per il concorso ordinario è imminente: si attende l’autorizzazione del MEF  per quanto riguarda il numero dei posti (ne sono stati chiesti 10.183). Sia diplomati magistrale entro a.s. 2001/02, che laureati in SFP, possono partecipare senza requisiti di servizio.

Chi supera il concorso, entra nelle graduatorie. A quel punto, il 50% dei posti che vanno ai concorsi (l’altro 50% va alle Gae), sarà suddiviso tra concorso straordinario e ordinario. Se le GaE corrispondenti si esauriranno, i relativi posti saranno assegnati da concorso.