Personale ATA: come accedere alla I fascia
Personale ATA: nota Miur

In questo articolo faremo un chiarimento circa i titoli di accesso utili per i vari ruoli del personale ATA all’interno delle graduatorie di Terza fascia. Cercheremo inoltre di capire come debbano essere valutati. Per rendere tutto più chiaro utilizzeremo una recente esposizione di Giovanni Calandrino tratto da un articolo di Orizzonte Scuola delle ultime ore.

Personale ATA: i titoli per essere collaboratore scolastico

Di recente, a Giovanni Calandrino è stato chiesto se fosse possibile inserire la qualifica in qualità di collaboratore scolastico e il diploma di maturità come assistente amministrativo. All’utente è stato risposto che i titoli di accesso al profilo professionale di collaboratore scolastico (in riferimento  al D.M. 640/2017) sono i seguenti: diploma di maestro d’arte, diploma di qualifica triennale rilasciato da un istituto professionale, attestati e/o diplomi di qualifica professionale (entrambi di durata triennale, rilasciati e riconosciuti dalle Regioni), un diploma di maturità qualsiasi e un diploma di scuola magistrale per l’infanzia.

Nel caso specifico di chi ha posto la domanda, questi era in possesso della qualifica triennale ottenuta da un istituto professionale (titolo compatibile con il ruolo di collaboratore scolastico) con votazione maggiore rispetto al diploma quinquennale.

telegram-scuolainforma-336x280

Tuttavia, nel caso in cui nel corso dell’iter di studio siano stati prodotti più attestati utili per l’accesso sarà pertanto riconosciuto il diploma con la votazione più alta. Calandrino ha confermato che la qualifica triennale sia possibile riconoscerla come titolo valevole per il ruolo di collaboratore scolastico, mentre il diploma di maturità è utile in qualità di assistente amministrativo.

Potrebbe interessarti:  Scuola, precariato docenti e ATA ultime notizie: 'Accordo fallimentare, ecco perché'

Docenti e ATA in protesta contro il precariato

Nella giornata del 12 Marzo le organizzazioni sindacali unitarie CGIL, Cisl e Uil si mobiliteranno per una manifestazione contro il precariato. Protagonisti dell’evento (e diretti interessati) saranno i docenti di terza fascia, delle scuole d’infanzia, primarie e membri del personale ATA. Tra le località interessate segnaliamo Pistoia. Docenti e ATA precari si riuniranno dinanzi alla prefettura.

I sindacati hanno dichiarato: ‘Questo per far capire come la politica debba prendere atto di un problema dinanzi al quale si è voltata dall’altra parte: i docenti precari, come quelli della terza fascia, in assenza di abilitazione, o le diplomate magistrali, tutt’ora precarie o con contratto a tempo indeterminato con clausola rescissoria, o i laureati in scienza della formazione, tutt’ora precari, che ogni giorno e da anni garantiscono ai nostri studenti di andare a scuola e di assistere alle lezioni’.

Al momento, il Governo non ha ancora annunciato una possibilità di inserimento reale ed esclusivo nei confronti docenti precari di terza fascia che da oltre 36 mesi prestano servizio all’interno degli istituti scolastici.