Scuola, Bussetti: 'Sono il più grande datore di lavoro d'Italia: bisogna rimettere in gioco tutti'
Scuola, Bussetti: 'Sono il più grande datore di lavoro d'Italia: bisogna rimettere in gioco tutti'

Il Ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti, ha rilasciato un’intervista a ‘Panorama’, all’interno della quale ha parlato della sua attività nel dicastero di Viale Trastevere. ‘Ora io sono il più grande datore di lavoro d’Italia – ha affermato l’esponente della Lega Nord – Un milione e duecentomila dipendenti’.

‘Sono il più grande datore di lavoro d’Italia’

Bussetti ha parlato in termini entusiastici della scuola, come di un ‘patrimonio ricchissimo’, tra ‘competenze, saperi e conoscenze’. Il ministro, però, si rende conto che la scuola è un’enorme squadra che da tempo, era abbandonata, una squadra senza allenatori e senza strategia’.

La soluzione, secondo Bussetti, allora, è quella di rimettere in gioco tutti, ‘perché tutti insieme offriamo il più grande e importante servizio che serve all’Italia: la formazione‘.

Bussetti non va contro a chi l’ha preceduto

telegram-scuolainforma-336x280

Il ministro dell’Istruzione ha dichiarato che, in otto mesi, non ha mai detto una parola contro chi l’ha preceduta, vale a dire Valeria Fedeli: ‘e non è solo un problema di stile per me ma anche una questione di sostanza’. Il ministro ritiene che la continuità istituzionale sia il primo principio da rispettare nell’amministrazione della cosa pubblica. ‘Quindi – ribadisce il ministro – per principio non butto mai via, per pregiudizio, il lavoro di chi mi ha preceduto’.

Potrebbe interessarti:  Scuola, docenti precari terza fascia ultime notizie: Bussetti 'Stiamo studiando delle soluzioni'

A chi ha fatto notare al ministro come sia andato contro al passato togliendo la prova Invalsi dall’esame, Bussetti sottolinea come lui si sia limitato ad eliminare un paradosso, ‘quello che un test di analisi dell’efficienza del sistema scuola – l’Invalsi – andasse a interferire con un esame – la maturità – che deve essere fatto sulla capacità di un individuo’.