Si segnala la nuova rilevante vittoria conseguita dall’Avv. Giuseppe Versace in collaborazione con l’Avv. Giuseppe Buonanno in fase cautelare al Consiglio di Stato a favore dei docenti ITP – Insegnanti Tecnico Pratici in giudizio avente ad oggetto l’ammissione in II fascia di Graduatorie d’Istituto.Con Ordinanza n. 1217 dell’8 marzo 2019 (RG 524/2019) il Consiglio di Stato ha rigettato l’istanza del MIUR che chiedeva di sospendere l’efficacia della Sentenza del TAR Lazio Roma (n. 8038/2018) che aveva disposto l’inserimento in II fascia dei docenti ITP ricorrenti.

Nello specifico il Consiglio di Stato ha condiviso la strategia difensiva dei difensori Versace/Buonanno rigettando l’istanza del MIUR con la seguente formula piena: “... è assorbente il rilievo per cui della relativa tutela manca il presupposto del periculum. Il Ministero appellante lo identifica (appello, p. 9 in fondo) con un’esigenza di corretta organizzazione dei “contingenti scolastici”, che non tollererebbe la permanenza in graduatorie di soggetti non aventi diritto. Si tratta però di un interesse allegato in forma generica, là dove la difesa dei ricorrenti appellati ha dimostrato (v. contratti allegati come doc. 6 nel grado) che gli interessati sono al momento impegnati in supplenze, anche nel ruolo di docenti di sostegno, cui sono stati adibiti per mancanza di colleghi specificamente qualificati; PQM. Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta), respinge l’istanza cautelare (ricorso numero: 524/2019)”.

 

telegram-scuolainforma-336x280

Pertanto, secondo il Consiglio di Stato, l’inserimento in II fascia dei docenti ITP non può essere sacrificato a fronte di esigenze organizzative generiche del MIUR, dovendo prevalere l’insegnamento in corso che tali docenti stanno svolgendo anche nella delicata materia del sostegno.

Potrebbe interessarti:  Pensioni docenti e ATA, posti liberi per le immissioni in ruolo per provincia: in aggiornamento

I contratti di supplenza al 30 giugno o 31 agosto dei docenti in questione restano quindi pienamente efficaci, essendo venuta meno la possibilità per le scuole Capofila di procedere ad eventuali depennamenti.

 

Nell’Ordinanza il Consiglio di Stato non ha nemmeno fissato l’udienza di merito, quindi, allo stato attuale, l’efficacia della Sentenza favorevole del TAR e l’inserimento in II fascia dei docenti ITP in questione possono prorogare gli effetti (potenzialmente) anche ai fini delle supplenze del prossimo anno scolastico.

 

Avv. Giuseppe Versace              – Avv. Giuseppe Buonanno