Il prossimo sarà l’ultimo anno in cui verrà fatto l’aggiornamento delle graduatorie di istituto. I diplomati magistrali che avevano proposto ricorso per ottenere l’inserimento nelle graduatorie ad esaurimento verranno a trovarsi in una posizione critica. In redazione è arrivato un contributo prodotto dall’avvocato Giuseppe Versace che riproponiamo integralmente di seguito.

Il quesito

A seguito del recentissimo pronunciamento dell’Adunanza Plenaria del Consiglio di Sato, n° 4 e 5 del 20 Febbraio 2019, con cui viene definitivamente esclusa la possibilità dei Diplomati Magistrali ante 2001/2002 di inserirsi a pieno titolo nelle Graduatorie ad Esaurimento (GAE), resta ancora irrisolta la questione relativa all’aggiornamento delle graduatorie di II^ Fascia d’Istituto proprio per cui i Diplomati Magistrali che nel 2017, non hanno avuto la possibilità di cambiare provincia degli istituti scolastici.

 

telegram-scuolainforma-336x280

In virtù della presenza in I^ fascia d’istituto con riserva delle GI, i docenti non hanno potuto scegliere una provincia diversa e/o scuole diverse rispetto al triennio precedente.Pertanto sorge domanda spontanea: ma a seguito del prossimo depennamento dalle GAE e dalla I^ fascia delle Graduatorie d’Istituto, i Diplomati Magistrali avranno la possibilità di aggiornare le graduatorie di II fascia?

Potrebbe interessarti:  Diplomati Magistrali depennati, continuità didattica al 30 giugno non per tutti

Evitare amnesie

Il dubbio nasce in seguito ai numerosi errori commessi in passato dalle segreterie scolastiche, conseguenti all’ errata interpretazione delle circolari ministeriali, che spesso hanno generato una successiva ondata di ricorsi contro l’amministrazione scolastica.A molti docenti verrebbe preclusa la possibilità di ottenere contratti di supplenza a causa dell’inosservanza delle disposizioni contenute nel decreto dignità. Si paventa cioè il rischio di creare una sorta di zona grigia nella quale verrebbero a trovarsi i docenti ‘dimenticati’ dagli Usr.