Il nuovo concorso per la scuola secondaria di primo e di secondo grado scatterà la prossima estate, come annunciato dal Ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti. Come riportato da Orizzonte Scuola, il prossimo concorso offrirà la garanzia del ruolo ai vincitori della selezione, ovvero a tutti quei docenti che si collocheranno nella Graduatoria di Merito regionale entro il numero dei posti indicati nel bando per la classe di concorso per la quale avranno partecipato oppure su posto di sostegno.

Concorso scuola secondaria: bando in estate, lo ha annunciato il ministro Bussetti

Si potrà partecipare sino ad un massimo di quattro procedure concorsuali ma solamente per una di esse si potrà avere il ruolo. Il decreto legislativo N.59/2017 sottolinea come ‘i vincitori del concorso che, all’atto dello scorrimento delle graduatorie, risultino presenti in posizione utile sia nella graduatoria relativa a una classe di concorso sia in quella relativa al sostegno, sono tenuti ad optare per una sola e ad accettare la relativa immissione in ruolo’.

Chi vincerà il concorso otterrà il ruolo, chi non lo vincerà ma supererà le prove concorsuali conseguirà l’abilitazione

Lo stesso decreto legislativo, all’articolo 5 comma 6, contiene un’altra importante precisazione: ‘Il superamento di tutte le prove concorsuali, attraverso il conseguimento dei punteggi minimi di cui all’articolo 6, costituisce abilitazione all’insegnamento per le medesime classi di concorso.’. Pertanto, il docente che non vincerà il concorso ma che, in ogni caso, lo supererà conseguirà l’abilitazione.