Concorsi truccati, le opinioni di Lega universitaria:
Concorsi truccati, le opinioni di Lega universitaria: "Un sistema di baronato"

Università: continua il cosiddetto ‘attacco’ da parte del Governo nei confronti di migliaia di studenti italiani. Cosa è successo? E’ presto detto: dopo i 30 milioni di tagli alle borse di studio previsti all’interno dell’ultima legge di stabilità (ipotesi che, se concretizzata, escluderà 10 mila studenti per il diritto allo studio) il Governo ha approvato un nuovo, preoccupante, provvedimento.

Come informa Link coordinamento universitario in un recente comunicato stampa, ciò rischierebbe di tagliare fuori decine di migliaia di studenti. In una situazione particolarmente delicata si ritroverebbero gli iscritti al primo anno, i quali sarebbero tagliati fuori dai bandi per il diritto allo studio.

Università: cosa prevede il nuovo provvedimento del Governo

Delineiamo in maniera un po’ più approfondita la situazione. Il decreto riguardante le nuove disposizioni utili al calcolo dell’ISEE prevede la modifica della scadenza della Dichiarazione Sostitutiva Unica, con anticipo al 31 Agosto di ogni anno.

telegram-scuolainforma-336x280

Di conseguenza, questo precluderà a moltissimi studenti la richiesta della borsa di studio, in quanto gli interessati non avrebbero il tempo per effettuare il calcolo dei dati (anche a causa dei tempi burocratici lunghi dell’INPS) entro le scadenze previste nei bandi regionali per il diritto allo studio, spesso previste nei primi giorni del mese di settembre.

Le dichiarazioni di Alessio Bottalico

Il coordinatore nazionale di Link coordinamento universitario, Alessio Bottalico, ha dichiarato: ‘E’ molto grave che si definisce del cambiamento volti le spalle nuovamente agli studenti e non si preoccupi minimamente delle conseguenze infauste prodotte dalle loro scelte’. Bottalico ha inoltre chiesto l’immediata abrogazione della precitata norma, affinché possa essere prevenuta la diaspora degli studenti dagli atenei universitari italiani.

Agevolazioni fiscali per gli studenti fuori sede

Alla fine di questo articolo ci preme informare i lettori di un’importante novità riguardante gli studenti universitari fuori sede. Infatti, a costoro sono consentite alcune agevolazioni fiscali, tramite cui è possibile effettuare dalla dichiarazione dei redditi la detrazione del 19% delle spese sostenute per potersi mantenere serenamente lontani dalla famiglia. Qui di seguito vi proponiamo invece il comunicato stampa originale di Alessio Bottalico, che ringraziamo.

Università