Scuola, dirigente scolastica arrestata dai Carabinieri: l'accusa è di peculato

Purtroppo lo spirito di emulazione, a scuola, è prassi piuttosto diffusa e lo testimonia l’ennesima vicenda di cronaca che riguarda, questa volta, la scuola ‘Vilfredo Pareto’ di Milano, istituto superiore con tre indirizzi: tecnico economico e turismo, professionale agrario e liceo delle scienze umane.

Come riportato dal quotidiano ‘Il Giorno’, uno studente che, per ora, non è stato ancora identificato ha spruzzato uno spray al peperoncino nel corridoio: a farne le spese, purtroppo, una docente di 41 anni che è stata investita dalla nuvola di vapore tossica.

Docente investita da nuvola spruzzata da una bomboletta al peperoncino

Evidentemente la tragedia della discoteca di Corinaldo non solo non ha insegnato qualcosa ma addirittura trova qualche imbecille come seguace.
La professoressa ha accusato un malore, dovuto all’irritazione agli occhi e alle vie respiratorie.
Sono stati chiamati tempestivamente i soccorsi con i sanitari del 118 che hanno portato la docente all’Ospedale ‘Niguarda’ di Milano per i dovuti accertamenti. Fortunatamente nessun altro è rimasto coinvolto dal gesto irresponsabile.

Intervengono i Carabinieri

Presso l’istituto sono intervenuti pure i Carabinieri: da una prima indagine, risulta molto complicato individuare il responsabile. L’episodio, purtroppo, ha dei precedenti: in un’altra scuola milanese, lo scorso 23 novembre, tre ragazzine vennero portate in ospedale per esalazioni da bomboletta al peperoncino spruzzata in classe. Due settimane più tardi, il 4 dicembre, stessa scena presso la sede della Nuova accademia di belle arti.