Scuola, da settembre torna l'educazione civica: come verrà inserita la materia?
Scuola, da settembre torna l'educazione civica: come verrà inserita la materia?
Si è fatto un gran parlare, negli ultimi mesi, del possibile ritorno dell’ora di educazione civica, in tutte le classi, a cominciare dalla prima elementare sino ad arrivare all’ultimo anno delle scuole superiori. Ebbene, dal prossimo mese di settembre tornerà la materia, anche se non ci sarà un’ora in più di scuola: un provvedimento del genere, infatti, avrebbe comportato una maggiorazione di spesa. Impensabile anche la soluzione alternativa riguardante la possibile ‘sottrazione’ dell’ora ad altre materie: in questo caso, si sarebbe assistito ad una protesta da parte degli addetti ai lavori e soprattutto da parte degli insegnanti.

Torna l’educazione civica nelle scuole

Come riportato dal ‘Corriere della Sera’, in Commissione cultura alla Camera si è cercato un compromesso sul testo che verrà votato a fine mese e che potrebbe essere approvato prima delle elezioni europee. Alla fine si opterà per ‘l’insegnamento trasversale’: ciò significa che ogni scuola andrà a ‘ritagliare’ 33 ore annuali per insegnare i ‘principi di legalità, cittadinanza attiva e digitale, sostenibilità ambientale, diritto alla salute e al benessere della persona’, sottraendole un po’ da tutte le altre materie, a discrezione del consiglio di Istituto.

Scettico l’ex sottosegretario al Miur, Gabriele Toccafondi

Sul provvedimento fortemente voluto dalla Lega, l’ex sottosegretario al Miur, Gabriele Toccafondi ha espresso tutto il proprio scetticismo: ‘La montagna ha partorito un topolino, di fatto si ribadisce quello che già era previsto dal 2008, dalla legge Gelmini. Per avere una bandiera elettorale per le europee, Lega e M5S propongono quello che rischia di essere un pasticcio nel momento della sua applicazione nelle scuole’.