Ata, controlli scrupolosi sui candidati delle Marche

In questo articolo daremo nuovi aggiornamenti circa la Mobilità personale ATA. Ricordiamo che le domande inerenti potranno essere presentate fino al 26 aprile 2019. Il servizio militare ha un suo peso sulla Mobilità personale ATA? Oggi faremo un chiarimento riguardo questo argomento e non solo.

Mobilità personale ATA: le date da rispettare

  • 1-26 aprile 2019: in questo periodo c’è tempo per presentare le domande.
  • 1 luglio 2019: pubblicazione dei movimenti
  • 6 giugno 2019: comunicazione posti e domande al SIDI
  • 1 Giugno: si avrà l’opportunità di revocare la domanda già inoltrata.

Valutazione del servizio militare

Come precisa Giovanni Calandrino in un recente articolo di Orizzonte Scuola, il periodo di servizio militare di leva (o per richiamo) o in alternativa il servizio civile, è valido e perfettamente compatibile con la Mobilità personale ATA. Il servizio è valutabile ai sensi della ‘Lettera B della – Tabella Valutazione Titoli – annessa al CCNI mobilità/2019: per ogni mese o frazione superiore a 15 giorni di servizio non di ruolo o di altro servizio riconosciuto o riconoscibile’.

Punti 2: Trasferimenti a domanda

telegram-scuolainforma-336x280

Punti 1: Trasferimenti d’ufficio

La nota 3 della suddetta Tabella chiarisce come con il punteggio previsto da tale voce, devono essere valutati i seguenti periodi o servizi: ‘Il servizio non di ruolo ed il servizio militare riconosciuto o riconoscibile ai fini della carriera ai sensi dell’art. 569 del Decreto legislativo 297/94 e successive modifiche‘. 

Potrebbe interessarti:  Scuola, contratto e aumento stipendi docenti e ATA ultime notizie: inizia il countdown

Precisazioni sul servizio di ruolo

Sempre da Orizzonte Scuola comprendiamo come la valutazione del servizio di ruolo avvenga secondo quanto illustrato nell’allegato E ‘Tabella di valutazione dei titoli ai fini della mobilità a domanda, d’ufficio e della mobilità professionale del personale ATA – punto A‘.

Il servizio di ruolo deve essere valutato tenendo conto di ogni mese e frazione superiore ai 15 giorni di servizio effettivamente prestato in seguito alla ‘decorrenza giuridica della nomina nel profilo professionale di appartenenza’

Per quanto riguarda ogni mese o frazione di almeno 16 giorni, i punti da attribuire sono 2. Il servizio va inoltre calcolato fino al 26 aprile 2019, data ultima delle presentazione della domanda. Questa valutazione è da disporre sia per il personale ATA statale che per  quello proveniente da Enti locali, poi passati a ruolo statale secondo quanto previsto dalla legge 124/99.