Il Miur ha indicato le operazioni propedeutiche per l’aggiornamento delle GaE 2019 (graduatorie ad esaurimento) che ci sarà a breve. Tali operazioni sono state eseguite dal sistema informativo entro il 18 del mese e includono la cancellazione dalle graduatorie dei diplomati magistrale e dei supplenti FIT 2018/19. Gae, aggiornamento 2019: è ancora possibile inserirsi?

Aggiornamento GaE: operazioni propedeutiche

Le operazioni propedeutiche svolte in vista dell’aggiornamento delle Graduatorie ad esaurimento sono:

  • cancellazione dei neoimmessi in ruolo e dei supplenti FIT a.s. 2018/19;
  • cancellazione degli aspiranti con più di 67 anni al prossimo 1 settembre (collocamento a riposo d’ufficio);
  • inizializzazione delle posizioni assunte ai fini delle immissioni in ruolo e delle supplenze nelle graduatorie dell’a.s. 2018/19;
  • inizializzazione delle date di produzione e diffusione delle graduatorie;
  • inizializzazione dei titoli soggetti a scadenza;
  • inizializzazione dello stato della domanda (saranno riportate tutte allo stato di “non trattata”);
  • allineamento dell’informazione relativa al conseguimento del titolo di sostegno: i titoli di specializzazione caratterizzati, nel corso del quinquennio 2014/2019, dai codici ‘A’, ‘B’, ‘F’, ‘G’ e ‘H’ dovranno essere tutti caratterizzati dal codice ‘A’ – titolo conseguito entro il termine di presentazione domande;
  • aggiornamento del punteggio precedente e del punteggio pregresso in conformità alle regole del precedente triennio;
  • storicizzazione dei titoli di servizio e cancellazione dagli archivi in linea;
  •  storicizzazione dei titoli culturali e cancellazione dagli archivi in linea.
Potrebbe interessarti:  Assunzioni 2019/20, elenchi USR: reclutamento da Gae e GM, aggiornamento del 16 agosto

Diplomati magistrale in Gae

Gli Uffici hanno tempo sino al 24 aprile per procedere alla cancellazione dei rinunciatari e dei diplomati magistrali. L’avviso del Miur consiglia a quelli che non hanno completato le operazioni di cancellazione dei rinunciatari e dei diplomati magistrali entro il 20 marzo, di procedere alla cancellazione urgentemente, ‘onde evitare che presentino istanza aspiranti che non ne hanno diritto’.

I diplomati magistrale soggetti a cancellazione sono coloro che hanno ottenuto una sentenza di merito sfavorevole. Gli altri, aggiorneranno la loro posizione e resteranno in graduatoria con riserva.