Scuole chiuse per coronavirus: 'Signori, c'è un problema ma non è la didattica a distanza'
Scuole chiuse per coronavirus: 'Signori, c'è un problema ma non è la didattica a distanza'
Il decreto relativo al concorso ordinario per i docenti della scuola dell’infanzia e della primaria è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale. Potranno partecipare al concorso per i posti comuni gli aspiranti docenti che possiederanno uno dei seguenti requisiti:
  • diploma magistrale e diploma sperimentale a indirizzo linguistico conseguiti, presso gli istituti magistrali, entro l’anno scolastico 2001/02 oppure analogo titolo estero riconosciuto in Italia:
  • laurea in Scienze della Formazione o analogo titolo estero riconosciuto in Italia.

Concorso ordinario scuola dell’infanzia e primaria: come prepararsi

Per candidarsi al prossimo concorso ordinario per la scuola dell’infanzia e primaria, non sarà richiesto servizio di insegnamento. Per quanto riguarda la candidatura ai posti di sostegno sarà, naturalmente, richiesta la specializzazione.
In attesa del bando, coloro i quali intendono candidarsi per la procedura concorsuale potranno tener conto del programma di studio inerente al precedente concorso a cattedra del 2016: non è stato, infatti, ancora diramato l’allegato A che indicherà i contenuti sui quali andrà improntata la preparazione di ciascun candidato.

Immissioni in ruolo da settembre 2020

Per quanto concerne, invece, le immissioni in ruolo, queste si concretizzeranno a settembre del prossimo anno. Come indica la normativa vigente, ricordiamo che ai concorsi spetta il cinquanta per cento dei posti, mentre l’altra metà sarà riservata alle immissioni in ruolo da Graduatorie ad Esaurimento. Di questo 50 per cento, il 25 per cento riguarderà il concorso straordinario e il restante 25 per cento alla selezione ordinaria.