Laurea e 24 CFU costituiscono titolo abilitante: sì o no?
Laurea e 24 CFU costituiscono titolo abilitante: sì o no?

Le FAQ su Laurea e 24 CFU per il conseguimento del titolo abilitante – Un altro articolo della rubrica “Le risposte ai vostri quesiti”, redatto dal Prof. Luciano Scandura dell’Associazione MSA (comparto Scuola) sulla questione del titolo abilitante per chi possiede la laurea e i 24 CFU.

Le questioni aperte a proposito del Titolo abilitante per chi possiede la Laurea e i 24 CFU

Simona ci chiede:

Gent.mo Prof. Scandura,

telegram-scuolainforma-336x280

sono una docente di terza fascia e possiedo i 24 crediti formativi nelle materie psico-antropo-pedagogiche. Vorrei fare ricorso per entrare in 2 fascia, ma ho letto che alcuni giudici hanno dichiarato laurea + 24 cfu titolo abilitante, mentre il Tar ha affermato il contrario. Può aiutarmi a capire? Mi conviene fare ricorso? Grazie e cordiali saluti.

Ecco cosa scrive il Prof. Scandura Luciano: – Gentile docente, cerco di spiegarle la questione nel modo più semplice possibile.

Per alcune magistrature, ad esempio il Giudice del Lavoro di Roma e il Giudice del Lavoro di Cassino, laurea + 24 cfu sono assimilati all’abilitazione e ciò ha consentito ad alcuni ricorrenti di entrare nella seconda fascia delle graduatorie d’Istituto. Il Tar, invece, ha definito tale titolo non abilitante.

Questo, che potrebbe apparire strano per i non addetti ai lavori, è invece una situazione che accade spesso in quanto il nostro sistema giudiziario non è caratterizzato dal precedente vincolante. Quindi, il GDL non è vincolato dalle sentenze della giustizia amministrativa e ciò è stato nuovamente riconfermato dal fatto che, due settimane dopo che il TAR si è pronunciato negativamente, il GDL di Cassino ha emesso una nuova sentenza storica in contrasto con quanto affermato dal TAR.

Potrebbe interessarti:  Concorso 2019 per laureati con 24 CFU, bando in estate: 24mila posti

Di conseguenza, alla domanda: “conviene fare questo ricorso?” mi sento di rispondere che in questo momento conviene farlo; questo perché la magistratura del lavoro, a differenza del Tar, sta manifestando un orientamento favorevole. Ovviamente, non si può essere sicuri del successo, così come per qualsiasi altro ricorso, non è mai assicurata la vittoria, però in questo momento è una concreta possibilità, viste le due pronunce favorevoli, prima citate.

Quindi, riassumendo, ciascuno è libero se scegliere di tentare questa via oppure no, tuttavia, per coloro che volessero avviare il contenzioso, consigliamo di farlo al Giudice del Lavoro, che al momento ha manifestato un orientamento favorevole.

Per qualsiasi altra informazione o chiarimento è possibile contattare MSA scuola, al numero 392-6225285.