Stipendi scuola, confronto fra gli ultimi CCNL: tabelle
Stipendi scuola

L’ultimo rinnovo del CCNL Istruzione e Ricerca non ha soddisfatto insegnanti e ATA, soprattutto per quanto riguarda gli stipendi. Gli aumenti stipendiali riconosciuti, sono stati decisamente bassi, motivo per cui tutti sono in attesa di vedere cosa succederà al prossimo rinnovo. Ma quanto bassi? L’USB scuola ha realizzato delle tabelle che mettono a confronto i dati degli ultimi due rinnovi: quello del 2009 e quello del 2018.

Stipendi scuola: gli arretrati a confronto

Diciamolo chiaro: sugli stipendi dei docenti e degli ATA, il Governo avrebbe dovuto fare molto di più lo scorso anno. A cominciare dagli arretrati, che sono stati riconosciuti solo per il biennio 2016/17, anziché dal 2009. Nel commentare quanto accaduto con l’ultimo CCNL, l’USB ha detto che gli insegnanti sono stati “umiliati da questo rinnovo contrattuale“. Solo di arretrati, nel 2009 un docente della scuola dell’infanzia o primaria (con meno di 8 anni di anzianità di servizio), ha percepito un assegno pari a 1.331€ lordi. Lo stesso docente, nel 2018 ha ricevuto un assegno pari a 410€. La tabella evidenzia quanto detto:

Aumenti stipendiali a confronto fra CCNL 2009 e 2018, ATA e docenti

telegram-scuolainforma-336x280

Sugli aumenti stipendiali, le differenze diminuiscono ma, come mostrano le tabella qui sotto, in ogni caso persistono.

Si spera che col prossimo rinnovo contrattuale, la musica cambi. I sindacati e il ministro Bussetti ‘predicano’ un aumento dignitoso per il personale dela scuola. Ma ciò che conta, saranno i fatti.