Concorso straordinario
Concorso straordinario

Nelle ultime ore era circolata voce circa la probabilità di un Concorso straordinario Bis, rivolto sempre ad insegnanti Diplomati Magistrali e laureati in Scienze della Formazione. La notizia ha fatto sobbalzare coloro che rientrerebbero in questa categoria, chiedendosi circa la veridicità di questi rumors.

Sono soprattutto gli esclusi da questo concorso a chiedersi se potrebbero essere ammessi alla partecipazione a questo nuovo concorso. Ma come stanno realmente le cose?

Concorso straordinario bis o riapertura del concorso riservato: la notizia ufficiosa

L’ipotesi più papabile, secondo quanto appreso in via ufficiosa da chi è riuscito a leggere le bozze di un emendamento che a breve dovrebbe essere votato dalla maggioranza di governo, sembrerebbe propendere non per un concorso riservato bis ma per una riapertura, nell’estate, dell’attuale concorso straordinario che in alcune regioni starebbe giungendo al termine.

La riapertura delle domande di partecipazione sarebbe rivolta stavolta, sempre secondo fonti non ancora certe, anche a chi fosse in possesso di 1 anno di servizio presso le scuole statali (180 gg di effettivo servizio svolto) e forse anche a chi avesse svolto il servizio presso le scuole paritarie. I requisiti sarebbero comunque ancora da definire.

Potrebbe interessarti:  Scuola, decreto salvaprecari ultime notizie: Uil 'devono entrarci diplomati magistrali e idonei concorsi 2016 e 2018'

Le incertezze

A questo punto ci si chiede: quali potrebbero essere le conseguenze di questa ipotesi?

Si era parlato di una possibile pubblicazione delle graduatorie di merito regionali, relative al concorso riservato, entro la fine di luglio. Dal momento dunque che una riapertura dei termini di partecipazione e dell’espletamento delle ulteriori prove orali porterebbe nuovi ingressi nella stessa Gmr, viene da chiedersi: saranno previsti ritardi nella sua pubblicazione? Quali sono le reali intenzioni del Miur? Perché questa riapertura? Perché la questione Gae continua ad essere preclusa ai Diplomati Magistrali?

Alcuni di questi interrogativi probabilmente troveranno risposta a breve. Mentre la questione dei DM, sebbene ancora aperta, non troverà forse ancora soddisfazione. Una certa importanza potrebbe forse essere rivestita dall’attesissima “risposta” della Corte di Cassazione.