Diplomati magistrali esclusi dal concorso straordinario
Diplomati magistrali esclusi dal concorso straordinario

L’allarme è scattato in un gruppo Whatsapp dedicato al concorso riservato ai diplomati magistrali. A poche ore dalla conclusione dei colloqui orali, alcuni candidati hanno ricevuto una mail dall’ufficio scolastico regionale nella quale veniva comunicata l’esclusione dal concorso straordinario. Il fenomeno si è verificato nel Lazio e subito dopo anche in Toscana.

La mail ai diplomati magistrali

Rimettiamo di seguito il testo della mail ricevuta dai candidati che hanno partecipato alla procedura riservata.

Oggetto: Concorso straordinario per esami e titoli per il reclutamento di personale docente per le scuole dell’infanzia e primaria (D.D. n. 1546 del 20.12.2018) – Domanda di partecipazione EEEE – SCUOLA PRIMARIA – Comunicazione esclusione.

telegram-scuolainforma-336x280

In relazione alla domanda di partecipazione al concorso in oggetto presentata dalla S.V., si comunica l’esclusione della S.V. medesima dalla procedura concorsuale in oggetto, ai sensi dell’art. 3, comma 4, del bando di concorso di cui al D.D. n. 1546 del 7.11.2018, avendo questo Ufficio riscontrato la carenza dei requisiti di ammissione al concorso di cui all’art. 3, comma 1 del predetto bando di concorso.

In particolare, la S.V.non risulta aver svolto negli ultimi 8 anni scolastici almeno 2 anni di servizio specifico in scuole statali.

All’origine delle esclusioni

In diversi si sono attivati immediatamente alla ricerca delle documentazioni allegate alla domanda di partecipazione. Da un rapido riscontro è emersa immediatamente la mancanza di alcune annualità di servizio che invece erano state correttamente dichiarate. Interpellati in proposito diversi sindacati rispondevano che la responsabilità di questa discrepanza di informazioni era da attribuirsi alle segreterie scolastiche che non avevano caricato correttamente al SIDI i servizi effettivamente svolti.

La procedura di rettifica

Come in ogni atto emanato dal ministero, avverso gli errori contenuti nella pubblicazione delle graduatorie è possibile presentare reclamo. Questa disposizione è richiamata anche nella mail ricevuta nei diplomati esclusi che sul punto chiarisce che è ammesso ricorso giurisdizionale al competente Tribunale Amministrativo Regionale ovvero Ricorso Straordinario al Presidente della Repubblica entro il termine perentorio, rispettivamente, di 60 e 12O giorni dalla data di notifica della presente.

Il miglior consiglio da poter dare è quello di controllare nella propria posta elettronica col dominio istruzione.it se è presente un avviso di questo tenore per attivare immediatamente le procedure di tutela che gli studi legali o i sindacati sono in grado di fornire agli interessati. Come si vede, il tempo a disposizione per rimediare è molto ampio, pertanto sarà bene mantenere la calma e la lucidità, recuperando nel frattempo anche tutti i contratti dei servizi effettivamente svolti nel corso degli ultimi 8 anni.