TFA Sostegno

Dopo l’esperienza dell’ultimo ciclo Tfa sostegno, dove ci sono state migliaia di segnalazioni di irregolarità diffuse provenienti da tutte le parti d’Italia, che tra l’altro sono state anche oggetto di diverse interrogazioni parlamentari da parte delle opposizioni di governo, prende corpo e si fa strada l’idea di consentire l’accesso diretto ai corsi ai docenti che abbiano almeno 2 anni di servizio senza la specializzazione. D’altronde, se si sta ragionando sulla possibilità di confermare i supplenti sullo stesso posto dell’anno precedente, sempre in relazione al sostegno, implicitamente si riconosce ‘in nuce’ un requisito fondato sull’esperienza acquisita con il servizio e l’esperienza sul campo. Per il momento questo teorema è portato avanti da un gruppo di docenti che ha inoltrato alla nostra redazione un comunicato stampa di cui diamo evidenza di seguito.

Comunicato Gruppo Facebook

Facebook “TFA senza test per chi ha 2 anni servizio su sostegno”

telegram-scuolainforma-336x280

La nostra proposta consiste nell’aumentare la percentuale di posti per i prossimi TFA sostegno prevedendo che chi ha prestato servizio per due anni senza titolo possa accedere di diritto, in aggiunta ai posti già previsti, ai prossimi TFA di sostegno.

Tale proposta è stata già presentata da alcuni sindacati al MIUR. Auspichiamo che tutti i sindacati convergano su tale proposta.

Essa riguarda TFA Sostegno infanzia, primaria, medie e superiori.

La proposta mira anche ad attutire le anomalie che puntualmente si verificano in occasione delle selezioni. Punta altresì a valorizzare l’esperienza.

Invitiamo tutti gli insegnanti interessati ad iscriversi seguendo il link