ITP NO PRESELETTVA
ITP NO PRESELETTVA

Gli Uffici Scolastici Regionali di tutta Italia attendono disposizioni precise dal Miur su più fronti. Al termine dell’ultima riunione tenutasi con i sindacati a Viale Trastevere si portava a conoscenza degli interessati che presto il Miur fornirà istruzioni precise circa le utilizzazioni provvisorie sulle quali nominare i diplomati magistrali assunti in ruolo con riserva. Analogamente verrà illustrato come operare per reinserire nella seconda fascia delle graduatorie di istituto i depennati soccombenti al Tar.

Le nostre anticipazioni

In un altro nostro articolo avevamo riferito dell’esito di un incontro tra il dirigente dell’USR Piemonte e il Coordinamento DMA Piemonte. Due le questioni portate sul tavolo di concertazione, di cui la prima riguarda i reinserimenti in II fascia dei diplomati magistrali depennati. La questione è legata a doppio filo con una lacuna normativa discendente direttamente dal Decreto Dignità, laddove veniva disposto che coloro che figuravano con la riserva ed avevano partecipato al concorso straordinario, sarebbero stati reinseriti in seconda fascia. Ma senza le istruzioni operative del ministero non sarebbe stato possibile procedere ai reinserimenti sopracitati. Risulta del tutto evidente che per poter essere individuati come destinatari di una proposta di contratto a tempo determinato, occorre essere presenti nelle graduatorie di istituto.

Potrebbe interessarti:  Scuola, Bussetti pronto a lasciare il Miur: Salvini in uscita dal Governo Conte

In arrivo i meriti negativi del Tar

La seconda questione affrontata in quell’incontro si riferiva a quanto notiziato dai sindacati circa le utilizzazioni provvisorie per coloro che figuravano in ruolo con riserva. Non tutti potranno usufruirne se le sentenze di merito dovessero giungere prima di settembre. Stando ad alcune informazioni in possesso della nostra redazione, il TAR ha già trattenuto in decisione migliaia di ricorsi. Si tratta di sentenze tutte di rigetto, per la cui esecuzione gli USR dovranno depennare gli interessati. Mancava una disposizione ‘cuscinetto’, tale per la quale si potesse consentire ai soggetti in questione di poter essere individuati da una graduatoria utile per le supplenze. Attendiamo le disposizioni di cui sopra per darne notizia.