Concorso appalti pulizia, FederAta: 'Ata penalizzati, Governo peggior datore di lavoro'
Concorso appalti pulizia, FederAta: 'Ata penalizzati, Governo peggior datore di lavoro'

La posizione di FederAta è netta nei confronti delle stabilizzazioni Ata derivanti dal concorso stop appalti di pulizia. Giuseppe Mancuso, presidente nazionale di FederAta va contro le assunzioni dei collaboratori scolastici, che saranno effettuate dal 1° gennaio 2020, definendole come “non corrette”.

FederAta contro le stabilizzazioni Ata del concorso stop appalti di pulizia

Giuseppe Mancuso, dalla parte dei precari Ata, in un’intervista concessa a Scuola informa, afferma: “I posti dovrebbero servire per snellire le graduatorie esistenti, FederAta non concorda, quei 12 mila posti devono essere destinati a chi da anni sta in prima fascia e a quelli che dal punto di vista giuridico sono inseriti realmente in terza fascia, non a chi è dipendente di un ente privato”. Secondo Mancuso si perderanno posti dalla prima fascia e “Il Governo sta prendendo in giro le persone, perché non sta immettendo in ruolo 12 mila collaboratori che sono già inseriti in graduatoria, e quindi cerca di diminuire il precariato, ma sta semplicemente facendo entrare nel pubblico dipendenti delle cooperative private, che quindi vanno a scavalcare il precario storico”. Non è vero che il Governo sta assumendo per aiutare chi da anni è presente in graduatoria, secondo il presidente nazionale di FederAta. Su questo argomento già due anni fa il sindacato aveva organizzato uno sciopero e un altro verrà fatto prossimamente, probabilmente a settembre.

“Il Governo oggi è il peggior datore di lavoro, perché non sta con i propri lavoratori, sfrutta il personale e non gli riconosce quello che effettivamente ha svolto”, afferma Mancuso, e poi prosegue: “Anziché immettere in ruolo i precari che da anni stanno regolarmente in graduatoria, lo Stato accantona dei posti per i dipendenti delle cooperative”. “Con queste stabilizzazioni si vanno a favorire i dipendenti delle cooperative di pulizia e non si tutela chi da anni svolge il servizio: il personale Ata sarà penalizzato“.

Secondo Giuseppe Mancuso, a causa delle stabilizzazioni degli ex lsu e lavoratori degli appalti storici ci saranno meno immissioni in ruolo e meno supplenze da terza fascia.