I docenti di ruolo cosiddetti “Ingabbiati” sono docenti di ruolo laureati, con servizio nelle rispettive classi di concorso, ma senza servizio alla secondaria. Gli stessi hanno dato vita al Coordinamento dei Docenti di Ruolo Ingabbiati della scuola primaria e dell’ infanzia per portare avanti le proprie istanze. Nel Decreto salvaprecari arenatosi a causa della crisi di governo innescata dalla Lega, vorrebbero che fosse estesa anche a loro la possibilità di partecipare ai nuovi corsi abilitanti Pas facendo valere le annualità maturate nell’altro grado di scuola. In tutti i casi sono docenti che non hanno le tre annualità richieste per partecipare ai Pas.

La manifestazione dello scorso 7 agosto

I docenti ingabbiati avevano dato vita lo scorso 7 agosto ad una manifestazione di protesta in piazza Montecitorio, come documentato da questo servizio.

Solidarietà e sostegno erano arrivati dai Parlamentari di Fratelli d’Italia, partito guidato da Giorgia Meloni, con gli interventi dei parlamentari Ellas Bucalo, Wanda Ferri e Federico Mollicone, e del senatore della Lega Mario Pittoni, presidente della VII Commissione Cultura del Senato. Proprio di quest’ultimo è la proposta, all’interno del decreto contenente il PAS, di un emendamento a favore dei docenti ingabbiati di infanzia e primaria.

Potrebbe interessarti:  Concorso riservato infanzia primaria, Consiglio di Stato accoglie un ricorso in appello da parte degli esclusi

Passaggio di cattedra

C’è un’altra definizione con la quale sono conosciuti che va sotto il nome di docenti 180 X 2. Appare del tutto evidente che estendere anche a loro la previsione della partecipazione ai corsi Pas riservati ai docenti della secondaria con 3 anni di servizio consentirebbe quella progressione di carriera che è stata spesso impedita da limitazioni nelle riforme, nelle regole concorsuali e nell’accesso ai percorsi abilitanti speciali”.