Crisi di governo, intesa Pd-M5S: c’è l’accorso sul taglio dei parlamentari, ultime notizie
Crisi di governo, intesa Pd-M5S: c’è l’accorso sul taglio dei parlamentari, ultime notizie

Ultime notizie 23 agosto 2019. La crisi di governo va avanti in queste ore con gli incontri tra le forze politiche interessate a formare il nuovo esecutivo.

In questo contesto, oggi si è assistito alla dura presa di posizione da parte del M5S di Di Maio dopo le incitazioni del collega Di Battista a proposito di alzare la posta con il PD nelle trattative tuttora in corso. Il leader pentastellato su questo argomento è chiaro: «si fa come diciamo noi o salta tutto».

Crisi di governo: i tentativi di intesa sono andati a buon fine. Presto l’incontro più importante tra i ‘capi bastone’

E’ durato circa due ore l’incontro tra i capigruppo M5S e quelli del PD. Le parole rassicuranti di Patuanelli e D’Uva (M5S) confermano queste prime indiscrezione: «Clima costruttivo» dichiarano i due esponenti pentastellati.

Dello stesso tenore sono le parole di Marcucci (Pd): «No ostacoli sui temi ma M5s sia chiaro, stop ad ambiguità». L’incontro interlocutorio di oggi serviva come piattaforma programmatica per gli ulteriori tavoli delle trattative tra le due forze politiche dialoganti. A breve, infatti, ci sarà un incontro tra il capo politico del M5S e il segretario del PD.

Parallelamente, sui social e su quasi tutte le tv nazionali giungono i tentativi scomposti dei leghisti e del loro capitano per ricomporre le fila del governo giallo verde. Questa volta le offerte sono accattivanti: Salvini offre al suo omologo 5 stelle persino la poltrona di primo ministro.

Potrebbe interessarti:  Scuola, Renzi vicinissimo all'addio al PD: la 'contestata' Anna Ascani pronta a seguirlo e non solo lei

Beppe Grillo e Di Battista vogliono un ‘Conte bis’ con un premier pentastellato

Intanto in queste ore giungono le esortazioni in forma di messaggi subliminali da parte di Beppe Grillo nei confronti di Giuseppe Conte. A quanto pare il comico lo vorrebbe ancora protagonista nel nuovo governo oramai alle porte.

Il garante del movimento a 5 stelle attraverso un vero e proprio endorsement camuffato da post, sui social ribadisce tutta la sua stima e il suo apprezzamento per la verve dimostrata dal Prof Giuseppe Conte. Nel contempo il messaggio invita tutti “a non scambiarlo come fosse una figurina”.

Insomma, per Grillo il premier dimissionario vola troppo alto, rispetto ai protagonisti politici finora visti: «Sembra che nessuno voglia perdonare a Conte la sua levatura e il fatto che ci abbia restituito una parte della dignità persa di fronte al mondo intero».

Questi i fatti sinora accaduti. Si rimane dunque in attesa di futuri sviluppi che riguardano la nascita (eventualmente) di un futuro esecutivo.