Scuola, neo sottosegretario al Miur Lucia Azzolina: 'Qualcuno li chiamerebbe bulletti'
La deputata del Movimento 5 Stelle, Lucia Azzolina, attraverso un video pubblicato su Facebook, ha parlato di scuola ed, in particolare, del complicato rapporto di governo con la Lega. La Azzolina ha parlato del disegno di legge dei grillini riguardanti le ‘classi pollaio‘, un progetto che mirava a diminuire il numero degli alunni per classe a 22 e in caso di studenti disabili a 20.

Classi pollaio e Quota 100, Lucia Azzolina: ‘Giravolte verbali della Lega’

‘La nostra proposta è stata osteggiata sin dal primo momento dalla Lega – ha affermato la deputata M5S – Il presidente Conte ha parlato giustamente di ‘giravolte verbali‘ ed è quello che è successo anche a noi in Commissione Cultura. Abbiamo chiesto al Miur, più volte, dei dati per ricalibrare i costi della legge: nessuno ci ha risposto, volontariamente’.

Lucia Azzolina: ‘Mi avevano avvisata delle manovre della Lega, lo avevo detto’

Il placet della Lega non è mai arrivato anche su Quota 100: ‘Avevo chiesto di assumere giuridicamente e poi economicamente dal 1° settembre 2020: mi è stato detto ‘assolutamente no”.
Nessuna risposta da parte del ministro Bussetti. Lucia Azzolina si chiede ‘perché e con quale coraggio il ministro Bussetti abbia parlato tanto di precariato se poi l’unico modo per dare una risposta ai precari è l’assunzione, e quando tu puoi assumere perché hai dei posti vacanti e disponibili lasciati vuoti da leggi che tu stesso hai contribuito a fare, poi non assumi i precari. Questa è la domanda delle domande, questa è stata propaganda allo stato puro e io avevo avvisato, lo avevo detto, perché mi avevano avvisata. Fonti dal Miur mi dissero che sarebbe cambiato tutto tra giugno e luglio, che avevano intenzione di andare ad elezioni subito e avevo avvisato il mondo della scuola. Capisco, però, anche che il mondo della scuola non abbia voluto guardare a questa ipotesi’.