Scuola, le paure di Pino Turi (Uil): evitiamo modello Buona Scuola, orribile fallimento del PD
Scuola, le paure di Pino Turi (Uil): evitiamo modello Buona Scuola, orribile fallimento del PD

Ultime notizie 26/08 – La preoccupazione dei maggiori sindacati scolastici è quella di vedere il PD nuovamente al Governo, dopo i disastri compiuti da Renzi con la Buona scuola e con il Jobs Act. Oggi la Uil ha diramato un comunicato stampa in cui auspica che non si ripristini quella orribile riforma messa in atto dall’ex premier nel 2015. Sarebbe come ripercorrere la strada di un orribile fallimento!

I pericoli del PD al Miur? Restaurare la riforma scolastica di Matteo Renzi del 2015

La fronda dei pessimisti sull’accordo PD-M5S aumenta con il passare delle ore. Un comunicato della UIL, reso noto alla stampa questo pomeriggio, cerca di suggerire alcune priorità soprattutto sul versante della scuola.

Come abbiamo accennato prima, attraverso un precedente articolo, questo pomeriggio si sono riunite le delegazioni dei due partiti interessati. Si sono costituiti i tavoli di lavoro per dare inizio ad una concreta piattaforma programmatica, propedeutica al dialogo serio per la formazione (in tempi rapidi) di un programma di Governo.

Per quanto concerne il tavolo di concertazione dedicato al Sapere e alla Ricerca, bisogna dire che erano presenti i capigruppo delle commissioni scuola e cultura del PD, coordinato dalla Democratica Camilla Sgambato.

Potrebbe interessarti:  Scuola, decreto salvaprecari ultime notizie: Uil 'devono entrarci diplomati magistrali e idonei concorsi 2016 e 2018'

Turi (Uil): “Evitate di ripercorrete la strada della Buona Scuola”, orribile fallimento del PD

Augurando buon lavoro alla coordinatrice, il Segretario generale della Uil Scuola Pino Turi rammenta – si legge nel comunicato – alla Sgambato di “tenere presente il comune sentire del mondo della scuola che ha come riferimento il modello di scuola comunità, libero e laico che la Costituzione ci ha trasferito come grande patrimonio da difendere”.

L’auspicio presto si trasforma in preoccupazione quando si fa cenno ad una eventuale ‘restaurazione’ della Legge 107. In questo caso – sottolinea Turi – quella riforma rimane ancora oggi inspiegabile per noi, e persino per molti esponenti del PD stesso. “Non ripercorrete quella strada”, questo il monito dell’esponente Uil. Continua il comunicato: “Il personale della scuola e i sindacati che lo rappresentano, il modello di scuola della Legge sulla Buona Scuola, lo hanno capito bene e per questo – conclude il Segretario sindacale – che sono contrari a modelli neo liberisti che aprono la strada alla privatizzazione di quello che è un bene pubblico indisponibile”.