Sciopero
Sciopero

Questa mattina gli insegnanti vincitori dell’ultimo concorso docenti 2016 si sono riuniti a Roma davanti la sede della Camera dei Deputati. Hanno protestato contro le scelte politiche a proposito della loro mancata stabilizzazione, nonostante i posti rimasti liberi dopo i pensionamenti con Quota 100.

Le proteste dei vincitori del concorso docenti 2016: “la politica non ci ha stabilizzato, nonostante i posti vuoti dopo i pensionamenti con Quota 100”

Una situazione davvero drammatica oltre che paradossale, sintomatica di come in questo Paese vada tutto al contrario. Insomma, il loro merito non è stato affatto riconosciuto come indispensabile e prioritario per ricoprire un ruolo difficile e delicato come quello dell‘insegnante abilitato.

Loading...

Dov’è finita quella politica che si definiva a giugno 2018 del ‘cambiamento’? Di fatto non è cambiato nulla, anzi la supplentite si è di fatto cronicizzata. Le aspettative di questi insegnanti oggi si sono letteralmente sbriciolate davanti la constatazione di come le scelte politiche sono state determinate, non dal merito ma dalle ragioni economiche.

Il loro impegno e la loro abnegazione sono stati calpestati da un governo che ha litigato sin dal primo giorno e ha cercato solo consensi personali, finendo per dimenticare le istanze di coloro che potevano risollevare le sorti della scuola; oggi quelle sorti sono in discussione proprio per la grave carenza di insegnanti.

Una triste e desolante consolazione: la politica ha tradito le loro aspettative

La rabbia e la delusione di questo vero e proprio esercito di ‘precari abilitati’ è tanta, soprattutto perché si è impedito la loro assunzione a tempo indeterminato, dopo le numerose cessazioni con Quota 100. Quei pensionamenti avevano fatto sperare in un logico turn over; purtroppo, tutto questo inspiegabilmente non è avvenuto. Gli stessi politici che in campagna elettorale avevano promesso per la scuola e il popolo dei precari una svolta, sono ritornati sui loro passi.

In tal senso, le insegnanti intervistate dichiarano: «Sono state depositate due interrogazioni parlamentari, una Pd e una M5S, ma non sono mai state discusse. Chiediamo che i posti che si sono liberati con Quota 100 vadano a chi ha vinto il concorso oltre tre anni fa».