Personale ATA: l‘allarme dei sindacati, presto supplenze al 31/08
News Personale ATA

La mancanza di personale ATA sta creando notevoli disservizi in quasi tutte le segreterie scolastiche del Paese. Nonostante le attività didattiche non siano ancora di fatto iniziate, i problemi si stanno inesorabilmente evidenziando. I sindacati hanno chiesto al Miur un intervento normativo urgente per la modifica del regolamento che disciplina le supplenze del personale docente e ATA.

Personale ATA, è caos: mancano molte unità di personale nelle segreterie scolastiche

Il grido di allarme dei sindacati su questa criticità è stato lanciato durante i primi giorni di settembre. Purtroppo, ci si è resi conto in ritardo dell’esiguo numero degli organici del personale ATA per il prossimo anno scolastico.

Non si può ancora attendere, proprio perché le reali necessità devono confrontarsi con le effettive esigenze delle segreterie. Il normale funzionamento delle istituzioni scolastiche sarà per forza maggiore compromesso principalmente dalla carenza di personale.

Proprio per questo motivo sarebbe auspicabile da parte del Miur una seria revisione del Regolamento 430/2000. (Norme sulle modalità di conferimento delle supplenze al personale amministrativo, tecnico ed ausiliario). Questa, in definitiva, è la richiesta dei sindacati.

I sindacati chiedono al Miur nuovo personale da attingere dalle graduatorie di III fascia

La richiesta, indirizzata al Ministero in data 3 settembre 2019, è stata inviata in maniera unitaria dalle principali sigle sindacati. In particolare, i sindacati chiedono al Miur di autorizzare la copertura dei posti rimasti vuoti fino al 31 agosto. Sarebbe anche giusto e doveroso attingere tale personale dalle graduatorie di terza fascia, nel caso in cui dovessero esaurirsi le graduatorie provinciali 24 mesi.

Potrebbe interessarti:  Personale ATA: qualche parola sulla difficile questione Exlsu

“Le scriventi Organizzazioni sindacali chiedono – si legge nel comunicato congiunto – di autorizzare le scuole a coprire i posti vacanti fino al 31 agosto (se disponibili fino al 30 giugno), come previsto dall’art. 4 legge 124/1999, commi 1 e 11, in modo da dare la possibilità alle scuole di organizzare il lavoro e rendere più trasparenti le convocazioni sulle disponibilità effettive dei posti”.

La norma di riferimento sul conferimento delle supplenza al Personale docente e ATA

Art. 4 legge 124/1999, comma 1 – Alla copertura delle cattedre e dei posti di insegnamento che risultino effettivamente vacanti e disponibili entro la data del 31 dicembre e che rimangano prevedibilmente tali per l’intero anno scolastico, qualora non sia possibile provvedere con il personale docente di ruolo delle dotazioni organiche provinciali o mediante l’utilizzazione del personale in soprannumero, e semprechè ai posti medesimi non sia stato già assegnato a qualsiasi titolo personale di ruolo, si provvede mediante il conferimento di supplenze annuali, in attesa dell’espletamento delle procedure concorsuali per l’assunzione di personale docente di ruolo.

Art. 4 legge 124/1999, comma 11 – Le disposizioni di cui ai precedenti commi si applicano anche al personale amministrativo, tecnico ed ausiliario (ATA). Per il conferimento delle supplenze al personale della terza qualifica di cui all’articolo 51 del contratto collettivo nazionale di lavoro del comparto “Scuola“, pubblicato nel supplemento ordinario n. 109 alla Gazzetta Ufficiale n. 207 del 5 settembre 1995, si utilizzano le graduatorie dei concorsi provinciali per titoli di cui all’articolo 554 del testo unico.