Scuola, precariato, stipendi e mobilità ultime notizie: ecco le parole di Bianca Laura Granato
Scuola, precariato, stipendi e mobilità ultime notizie: ecco le parole di Bianca Laura Granato

La senatrice del Movimento 5 Stelle, Bianca Laura Granato, è intervenuta alla Camera dei Deputati nel corso del dibattito per il voto di fiducia al Governo Conte-bis.

Le parole della senatrice grillina sono state chiare: in ambito scuola, il nuovo esecutivo dovrà dare un taglio netto alla politica condotta negli ultimi vent’anni. L’obiettivo sarà quello di ‘salvare la scuola pubblica italiana‘ usando il buonsenso in merito a questioni importanti come il reclutamento, la continuità didattica, la mobilità e gli aumenti stipendiali per tutto il personale scolastico.

Bianca Laura Granato vuole un taglio netto con il passato

‘Il nuovo Governo dovrà assolutamente operare in discontinuità rispetto alle politiche degli ultimi venti anni – ha tuonato Bianca Laura Granato – da quando, cioè, qualche sedicente “progressista” ha deciso che la scuola potesse essere gestita più efficientemente come un’azienda.
Abbiamo il dovere di salvare la scuola pubblica italiana con interventi di buonsenso – prosegue la senatrice del Movimento 5 Stelle che provvede ad elencare quali dovranno essere questi ‘interventi di buonsenso’. ‘Processi di reclutamento selettivi e trasparenti, garanzia della continuità didattica, assegnazione ai ruoli tutte le cattedre vacanti e disponibili, mobilità sostenibile del personale, ruolo centrale della didattica; governance agli organi collegiali. E ancora – aggiunge la Granato – retribuzione adeguata per tutto il personale scolastico.’

Potrebbe interessarti:  Scuola, decreto salvaprecari ultime notizie: non c'è tempo da perdere, 'pende una spada di Damocle'

‘Ora che il M5S è al Miur, pretendiamo che si proceda in questa direzione’

‘Anche per l’Università e per la ricerca e per l’AFAM c’è tanto da fare a cominciare dal reclutamento, passando dall’estensione del diritto di accesso alle università a numero chiuso, all’abbassamento delle tasse universitarie, per finire con investimenti nella ricerca e per il personale che vi opera. Ora che il ministro per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca è espressione del Movimento 5 Stelle – conclude Bianca Laura Granato – pretendiamo che si proceda in questa direzione’.