Scuola, precariato docenti ultime notizie: spunta ipotesi eliminazione PAS dal decreto salvaprecari
Scuola, precariato docenti ultime notizie: spunta ipotesi eliminazione PAS dal decreto salvaprecari

La questione del salva precari sarà uno dei temi principali che i sindacati sottoporranno al nuovo ministro dell’istruzione Lorenzo Fioramonti. “II giorno mercoledì 17 settembre 2019 alle ore 10:00, presso il Salone dei Ministri, al secondo piano di questo Ministero, l’On.le Prof. Lorenzo Fioramonti incontrerà i rappresentanti delle organizzazioni sindacali in indirizzo per una conoscenza reciproca e per avviare una riflessione sui temi riguardanti la scuola, con particolare attenzione all’avvio dell’anno scolastico e alle misure di contrasto al precariato”. Questa è la convocazione inoltrata dall’ufficio di Gabinetto ai sindacati.

Tutte le misure da inserire nel decreto

I sindacati ne approfitteranno per fare il punto con il Ministro Fioramonti sulla situazione in occasione dell’avvio del nuovo anno scolastico. Sono diversi i temi che saranno presentati al tavolo convocato per mercoledì 17 settembre. Questi si possono sinteticamente rappresentare nei seguenti 10 punti che si vorrebbe far inserire nel salva precari:

  1. PAS;
  2. concorso straordinario;
  3. trasformazione dei contratti al 30/06 per i diplomati magistrale con riserva che possono essere licenziati durante l’anno in seguito alle sentenze di merito;
  4. adeguamento normativa antincendio;
  5. trasporto scolastico;
  6. dirigenti scolastici e tecnici del Miur;
  7. proroga graduatorie concorso 2016;
  8. acquisti funzionali alle attività di ricerca;
  9. risorse destinate agli interventi di sostegno della ricerca;
  10. misure per gli ispettori tecnici.
Potrebbe interessarti:  Salvaprecari: cosa c'è e cosa si deve aggiungere

Diplomati magistrali

Anche se non compare espressamente in questo elenco di argomenti, uno dei temi che riguardano i diplomati magistrali, oltre alla questione dei depennamenti dalle gae e dell’esigenza di garantire la continuità didattica, riguarderà la possibilità di bandire una sessione bis del concorso straordinario riservato agli esclusi per la mancanza delle due annualità. In verità la questione era già stata rappresentata al Ministero dal sindacato FLC CGIL nel corso di un precedente incontro svoltosi circa 2 mesi fa. Sarà questa l’occasione propizia per riprendere la discussione interrotta con la crisi di governo.